Aeroporti. Ziello (Lega): “Stop alla demagogia sulla decrescita infelice. Sosteniamo gli investitori”

PISA – “Il Consiglio di Stato ha respinto i ricorsi contro la sentenza del TAR del 2019 con la quale si annullava la Valutazione d’Impatto ambientale che avrebbe dato il via libera all’ampliamento dell’aeroporto di Peretola. Le sentenze si rispettano sempre, ma per la Toscana questa è una sconfitta”.

“Quando si blocca un’infrastruttura c’è sempre una perdita consequenziale in termini finanziari ed economici, soprattutto quando si ha a che fare con una grande società quotata in borsa. Se un investitore gigante come Corporacion America, dopo tutti questi anni, ha perso tempo, rischiando di perdere un investimento importante per tutta la Toscana, lo dobbiamo semplicemente all’incapacità e all’irresponsabilità del Pd toscano le cui faide politiche hanno paralizzato lo sviluppo infrastrutturale della Toscana come nel caso della Tirrenica e di altre opere strategiche. Di fronte a questo scenario Bologna ringrazia e non vede l’ora di fagocitare tutti i passeggeri di Peretola, in barba ai toni amorevoli che usa spesso il sindaco di Firenze, Dario Nardella, con i suoi omologhi bolognesi”. Lo dichiara il deputato pisano della Lega, Edoardo Ziello.

“L’aeroporto di Pisa – sottolinea Ziello – proseguirà nel suo percorso di ampliamento: me lo hanno garantito e sono sicuro che sarà così, come testimoniato dall’apertura del nuovo terminal. Il Galilei è strategico ed è innegabilmente la principale porta d’accesso occidentale della Toscana, ma per colpa dei collegamenti ferroviari troppo lenti con Firenze, su cui il Pd non ha mai investito come si sarebbe dovuto fare, pur esprimendo – nel corso degli anni – un presidente del consiglio pisano (Letta), una ministra pisana (Carrozza) e una miriade di parlamentari pisani chiacchieroni, non è in grado di assorbire completamente il carico aereo di Peretola, poiché molti passeggeri preferiscono scendere direttamente al Marconi di Bologna che dista dal centro di Firenze soltanto mezz’ora di alta velocità. Bisogna sostenere gli investitori in tutti i modi e soprattutto stigmatizzare certi toni che rischiano di far scappare gli investitori che hanno creato migliaia di posti di lavoro. La missione della politica è quella di accrescere il benessere di un territorio e non gioire se il progresso viene arrestato”.

By