Aeroporto, il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi sulla delibera approvata dalla Giunta Regionale: “Situazione confusa”

PISA – “Il testo della nuova delibera della Giunta Regionale non lo conosco. Ancora una volta, niente è stato concordato con i soci del Patto. La delibera non era all’ordine del giorno di oggi e dunque non si capisce bene quale sia l’iter di decisioni così rilevanti, di portata strategica. Valuterò compiutamente quando potrò leggere il testo. Intanto rilevo che si tratta della terza delibera in tre settimane.

“E’ il segno di una situazione confusa, nel delicatissimo contesto di offerte pubbliche di acquisto. Anche questo consiglierebbe di accettare le proposte di confronto, di tenere unito il Patto dei soci pubblici che governa SAT e di non prendere decisioni affrettate e non condivise”. Cosi il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi sulla notizia delibera approvata oggi (lunedi 19 maggio) dalla Giunta Regionale e che dovrà essere portata all’approvazione del Consiglio Regionale.

Marco Filippeschi, la corsa alle elezioni è iniziata
Marco Filippeschi, Sindaco di Pisa

“Stamani, in una partecipata riunione con le principali istituzioni cittadine, abbiamo riportato e ascoltato molte e giustificatissime preoccupazioni – ha proseguito il primo cittadino -. Di certo non basta a tranquillizzare l’annuncio del mantenimento della quota della Regione in AdF. Poiché può essere anche funzionale ad un rafforzamento del patto parasociale fra Corporacion America Italia e So.G.Im, che non raggiunge il 51 per cento delle azioni e che ha bisogno di rinforzi che possano provenire anche da altri soci pubblici. Soci pubblici che comunque devono anche assicurare il mantenimento del 20 per cento previsto”.

“Un nuovo patto parasociale in AdF, dunque, che, contraddittoriamente, si è prima proposto poi negato ai soci pubblici di SAT. Mentre ora per SAT e solo per SAT il privato persegue il raggiungimento della maggioranza, forse con lo scopo di sterilizzare la società dalla possibilità di assumere iniziative che contrastino la competizione negativa, quale quella di un Master Plan di AdF che prevede una pista di volo lunga 2400 metri. Per rassicurare ci vogliono chiarezza e tempo e ci vuole anche da parte di Corporacion America Italia una precisa rinuncia alla sfida competitiva, che è il contrario dell’integrazione che soci pubblici e fondazioni, con la Regione, avevamo deciso di perseguire”.

You may also like

By