Aeroporto. I primi effetti sull’ordinanza del Comune. Autostradale vuole abbandonare la tratta Firenze-Pisa

PISA – Come più volte pubblicamente denunciato da Toscana Aeroporti nelle scorse settimane, stanno purtroppo diventando realtà gli ammonimenti della società aeroportuale di gestione degli scali di Pisa e Firenze circa gli effetti negativi generati dall’ordinanza del Comune di Pisa sull’accessibilità all’aeroporto.

  infatti stata comunicata oggi a Toscana Aeroporti la possibilità di Autostradale di abbandonare la tratta Firenze – Pisa a causa delle sempre più difficili condizioni nelle quali sono costrette a operare le società di trasporto.

Continuano inoltre le continue lettere da parte di tour operator e compagnie aeree che da un lato non comprendono i motivi di un’ordinanza che sta rendendo inaccessibile l’aeroporto e dall’altro iniziano ad ammonire circa la possibilità di abbandonare lo scalo di Pisa.

“Ho avuto oggi un incontro con i vertici di Autostradale nel corso del quale mi è stata comunicata l’intenzione di prendere in seria considerazione l’intenzione di lasciare la tratta Firenze – Pisa a favore di Bologna. Il danno dell’ordinanza sta aggravando di giorno in giorno l’accessibilità, l’immagine e la qualità del servizio offerto”, ha commentato il vicepresidente di Toscana Aeroporti Roberto Naldi.

“L’ordinanza sta continuando a indebolire un’infrastruttura che tutti considerano un’eccellenza nel panorama nazionale e una leva strategica per il territorio toscano, ma che pochi sembrano voler difendere da iniziative che hanno come unico effetto quello di indebolire lo scalo pisano e renderlo sempre più isolato”, ha aggiunto Naldi.

“Venerdì 22 giugno terremo a Pisa il primo CDA del nuovo corso di Toscana Aeroporti, proprio per rimarcare la centralità del Galilei all’interno del sistema aeroportuale regionale e la strategicità dello scalo per Toscana Aeroporti” – ha affermato il Presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai.

“La nostra attenzione verso il territorio pisano – continua Carrai – è testimoniata costantemente dalle tante iniziative che sosteniamo in diversi ambiti: nel sociale con gli amici della Magistratura San Marco, per il quartiere ma non solo (la donazione per l’ospedale pediatrico, i defibrillatori nelle piazze, le altalene per disabili nei parchi cittadini, la promozione del gioco del ponte); nella cultura per il Teatro Verdi, con il contributo di 50 mila euro annui in qualità di socio sostenitore; nello sport con la sponsorizzazione della squadra di calcio cittadina che nonostante le poco lusinghiere uscite giornalistiche del suo Presidente in 4 anni ha ricevuto oltre 540 mila Euro. Per non tacere poi dell’impegno annuale di 14 milioni di euro di Toscana Aeroporti per stimolare il traffico low cost sullo scalo pisano, sostegno interamente a carico della società e che genera un beneficio per l’intera comunità”.

“Un impegno – conclude il Presidente di Toscana Aeroporti – che ci vede a volte isolati ed anche talvolta avversari dall’attuale amministrazione comunale, ma che costituisce un aspetto imprescindibile della nostra vision e che porteremo avanti in ogni condizione”.

By