Affissioni abusive. La Polizia Municipale fa una mappattura per eliminarle

Pisa – La Polizia Municipale di Pisa ha creato una capillare mappatura cittadina volta ad individuare e rimuovere ogni forma di pubblicità affissa abusivamente.

Rilevate su pali di sostegno alla segnaletica stradale, piuttosto che su quelli della pubblica illuminazione, sulle mura esterne degli edifici del centro, alle fermate degli autobus, tanto per citare alcuni dei luoghi che passeranno sotto la lente degli agenti di via Battisti.

Coordinato con la ditta specializzata, dopo la prima azione di alcuni giorni fa con 47 rimozioni di affissioni abusive, il lavoro sta continuando: la città è stata suddivisa in quadranti e in due giorni, martedì 4 e mercoledì 5 luglio, sono state rimosse 36 pubblicità abusive e sono stati redatti i relativi verbali. Per ognuna sarà applicata una sanzione di 422 euro.

Un’intensificazione dei controlli che negli ultimi due anni hanno visto applicare 108 sanzioni (49 nel 2015, 47 nel 2016 e 12 nei primi mesi del 2017). Sarà attuato un monitoraggio capillare sia del centro sia dei quartieri fino al litorale compreso per coprire tutto il territorio. Un’azione che si accompagna ai controlli già in atto contro il degrado e per contrastare l’abbandono dei rifiuti, per restituire ai nostri cittadini una città più ordinata e pulita, pronta ad accogliere i turisti che vengono a Pisa per godere delle sue bellezze artistiche e monumentali. Naturalmente la Polizia Municipale confida nella collaborazione e nel senso civico di tutti: ben vengano anche le segnalazioni. La Polizia Municipale ricorda che per le affissioni è necessaria l’apposito canone di pubblicità unito all’autorizzazione secondo l’articolo 23 del codice della strada

By