Agli arresti domiciliari, sorpresa nel centro di Cascina

PISA – Nel pomeriggio di lunedì a Cascina, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato una donna italiana 39enne. La stessa era sottoposta al regime della detenzione domiciliare per reati contro il patrimonio ed è stata sorpresa nel centro abitato senza autorizzazione.

È tornata ai domiciliari in previsione del processo per direttissima di mercoledì in tribunale a Pisa.

Nel corso dei numerosi servizi di prevenzione e controllo del territorio a Pontedera, ai quali hanno partecipato il Norm e le Stazioni di Cascina e Navacchio, sono stati denunciati un italiano di 26 anni, senza fissa dimora, sorpreso all’interno di un’ abitazione disabitata, in violazione del provvedimento del divieto di ritorno nel Comune di Cascina della durata di 3 anni e una donna albanese di 39 anni, sorpresa all’interno del centro commerciale “I Borghi”, mentre asportava alcuni capi di abbigliamento da un negozio, un italiano di 45 anni, sorpreso in possesso di materiale edile e ferroso asportato da un cantiere edile di Navacchio, un albanese di 25 anni, sorpreso alla guida della propria auto, con all’interno, occultati nel vano bagagliaio, una mazza di legno di circa 80 cm e un paio di manette in metallo, un marocchino 32enne, irregolare sul territorio nazionale, sorpreso a piedi nel centro di Pontedera, in violazione dell’ordine a lasciare il territorio nazionale, un italiano di 32enne, sorpreso a piedi sempre in Pontedera, in violazione del provvedimento del divieto di ritorno in quel comune della durata di 3 anni, un italiano di 33 anni, sorpreso alla guida della propria autovettura in evidente stato di alterazione alcolica.

By