Agrifiera 2015: un grande successo con oltre 110.000 visitatori

PONTASSERCHIO – L’Agrifiera 2015 promossa dal Comune di San Giuliano Terme e da “GeSTe”, con l’organizzazione tecnica di “Alterego Fiere”, nel Parco della Pace di Pontasserchio: agricoltura, allevamento, animali, fiori, artigianato, equitazione e prodotti tipici, con il fil rouge della filiera corta ha avuto un grande successo di pubblico con oltre 110.000 ingressi.

image

“Siamo molto soddisfatti di questa Agrifiera – dichiara il sindaco Sergio Di Maio – per la partecipazione di pubblico e per la qualità degli appuntamenti dedicati all’agricoltura, all’alimentazione, all’ambiente e al territorio. Ringrazio GeSTe, gli uffici comunali, la Polizia Municipale, la Croce Rossa Italiana, la Pubblica Assistenza e i vigili del fuoco che hanno assicurato la sicurezza dei visitatori, le associazioni e tutti coloro che hanno contribuito al successo della manifestazione”.

“Agrifiera 2015 è riuscita a riproporre i temi della solidarietà e della partecipazione e, di nuovo, a coinvolgere i cittadini e il paese di Pontasserchio – continua il vicesindaco Franco Marchetti – per noi questo è un risultato importante. Agrifiera è stata anche un momento di discussione che ha posto al centro l’agricoltura, come rilancio economico sociale e occupazionale nell’area interprovinciale. Lavoreremo con lo stesso impegno per portare nuove idee nella prossima edizione”.

“E’ stata un’edizione di grande valore – sottolinea l’amministratore unico di GeSTe Alfio Coli – per l’affluenza dei visitatori e per il programma presentato. Abbiamo avuto riscontri positivi e grazie ai risultati ottenuti faremo una donazione di 500 euro ai rappresentanti del Nepal a Pisa, che abbiamo ospitato in fiera per una raccolta fondi in accordo con il Comune”.

“Più Agri e meno fiera” è stato lo slogan dell’edizione n° 107, un messaggio di ritorno alle origini agricole della manifestazione, che per 10 giorni (dal 24 aprile al 3 maggio) ha animato il parco e il paese di Pontasserchio, con spazi espositivi e appuntamenti dedicati all’agricoltura, all’ambiente e al territorio. All’apertura dell’Expo di Milano, con il tema centrale del “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, Agrifiera 2015 ha valorizzato le eccellenze del territorio, con attenzione alla loro riscoperta e al riutilizzo del cibo, in particolare nell’area istituzionale, con gli stand di Comune, Pro Loco, Slow Food, Strada dell’Olio dei Monti Pisani, Parco di San Rossore, Bagni di Pisa, Centro Commerciale Naturale di San Giuliano Terme, Provincia di Pisa. Presente in fiera anche la cittadina gemellata di Bad Toelz. L’Agrilocanda, il punto ristoro del Parco Tiziano Terzani gestito da GeSTe s.r.l., ha proposto ai visitatori la cucina tipica toscana, con menù di filiera corta e uso dei prodotti del Parco di San Rossore.

PISA – E’ stata alta la presenza in fiera dei residenti del Comune di San Giuliano Terme, in particolare nella giornata del territorio. Positivo anche il coinvolgimento dei produttori locali e degli allevatori. Quest’anno si sono organizzati convegni su agricoltura, olio extravergine di oliva, cucina, alimentazione, che hanno visto l’intervento di giornalisti e chef. Poi le degustazioni e i laboratori sulle produzioni tipiche e il ritorno del campionato della torta co’ bischeri, dolce rappresentativo di Pontasserchio e di Agrifiera, che ha premiato la pontasserchiese Rosetta Fialdini. Nell’area Agrihorse e Agriranch, gestite dalle associazioni “In Battaglino”, “San Rossore in carrozza” e“Sava”, si sono organizzati giri con pony e cavalli, show equestri, sfilate, caroselli, gimkane, horse ball, lezioni di avvicinamento al cavallo, mostre di carrozze, dimostrazioni di forgiatura dei ferri di cavallo, lezioni di guida di carrozze e scuola di falconeria de “Il Vessillo Etrusco”. Importante la partecipazione di “Le petit Thomas”, il più giovane volteggiatore d’Italia, con il gruppo degli Aragonas. All’Agridog, con Luca Profeti e il suo staff, ci sono state dimostrazioni e prove cinofile. Nell’area degli animali, oltre alla fattoria didattica e alla presenza del mucco pisano, razza bovina legata alle origini della manifestazione, hanno avuto il loro spazio i dromedari del Parco di San Rossore. Sono stati seguiti dai visitatori i laboratori di creatività dell’Agrinfesta dell’Associazione Alba, le esibizioni curate da centri sportivi e associazioni del territorio, le attività delle botteghe rurali del legno, dell’impagliatura, della pietra, della ceramica, della scultura, degli aquiloni e del gioco creativo e manuale, con la lavorazione artistica del legno con attrezzi antichi. All’Agridance si è ballato sulle note della Line dance di ASD Western Soul. Lo spazio commerciale di Agrifiera ha ospitato più di 100 aziende selezionate nel padiglione coperto, accanto ai 150 spazi delle aree esterne. Poi ci sono stati i mercatini dell’artigianato, le aree del benessere, i mercati in borgata.

Tra le novità dell’edizione 2015 anche il Gioco del Ponte di Pontasserchio, organizzato in collaborazione con l’assessorato alle manifestazioni storiche del Comune di Pisa, le Magistrature dei Mattaccini e dei Leoni, i commercianti della borgata. La sfida è stata preceduta da un corteo storico e ha visto la vittoria dei “Risentiti di Vecchializia” sui “Risollevati di Pont’ a Serhio” e una cena finale in borgata.

Il drone di Drone sense srl, del Polo tecnologico di Navacchio, in collaborazione con IPSIA Fascetti di Pisa, ha ripreso in volo i momenti più significativi della manifestazione. Il sondaggio online, con premi a estrazione, ha coinvolto centinaia di visitatori, che si sono collegati al sito www.findfor.it.

By