Agrifiera 2018. Oltre 118mila le presenze

PONTASSERCHIO – Sono stati oltre 118mila i visitatori dell’edizione 2018 di Agrifiera. Una centodecima edizione che ha confermato il profondo legame stretto dalla kermesse dedicata ad agricoltura, artigianato, scienza e cultura con il territorio.

Dieci giorni in cui Pontasserchio e dintorni si sono aperti all’intera regione (e non solo), fra prodotti tipici e dibattiti di qualità. L’edizione 2018 si è infatti contraddistinta per la prestigiosa collaborazione con l’Università di Pisa e il Centro di ricerca “E. Avanzi”, che sono riusciti a raccontare con un linguaggio semplice la complessità della scienza applicata all’agricoltura.

Non solo scienza, agricoltura e cultura.

Agrifiera 2018 è stata anche solidarietà. Sono tornati a trovarci, infatti, i ragazzi di Norcia con il loro stand. Grande spazio, infine, anche per le associazioni locali e per le tradizioni. Su tutte, il Gioco del Ponte di Pontasserchio, giunto alla quarta edizione e destinato sempre più ad affermarsi nella storia delle manifestazioni storiche pisane e toscane. Da ricordare anche il ritorno di “DisCanto”, giunto alla quindicesima edizione, e il tradizionale concorso della torta co’ bischeri.

La fiera è finita, ma il “Fuori fiera” prosegue sabato 5 e domenica 6 maggio.

Sabato, alle 21, nel Parco storico “Tiziano Terzani”, per “Musicainsieme” si esibiranno le scuole del territorio.

Domenica, dalle 9, via a “Bicincittà” nel piazzale del Parco della Pace. La pedalata è a cura dell’Uisp e aperta a tutti.

“110 edizioni e un successo che continua a sorprenderci. La caratteristica di Agrifiera è che ogni anno aggiunge un tassello importante al proprio percorso di miglioramento – commenta Giancarlo Scoppitto, di Alterego Fiere –. Quest’anno possiamo vantare la collaborazione con l’Università di Pisa e il Centro “E. Avanzi”, per i quali ringrazio i professori Enrico Bonari e Marcello Mele e altri colleghi che hanno contribuito a una divulgazione scientifica di qualità.

Come Alterego, ringraziamo l’amministrazione comunale, GeSTe, le istituzioni, le associazioni che ogni anno mettono a disposizione tempo ed energie. Senza tutti questi soggetti Agrifiera non sarebbe possibile.

Un grazie particolare a chi ha scelto di portare qui, nel Parco della Pace di Pontasserchio, la propria professionalità, in ogni campo.

Agrifiera sta crescendo e da ormai diverso tempo sta puntando sulla qualità delle proposte da offrire al pubblico: la sfida è migliorare ancora, anno dopo anno”.

“Quest’anno più che mai, Agrifiera ha presentato al pubblico dibattiti di qualità. Dalla collaborazione con l’Università di Pisa e il Centro di ricerca “E. Avanzi”, fino al dibattito sul Bonus verde col ‘giardinista’ Francesco Mati – sottolinea il vicesindaco con delega ad Agrifiera, Franco Marchetti –. Il successo del Gioco del Ponte e dello spirito di comunità, infine, ha contribuito al successo di una manifestazione destinata a crescere anno dopo anno”.

“Agrifiera si conferma il fiore all’occhiello del nostro territorio. È una fiera che si è sempre adattata ai tempi e ai cambiamenti, tanto che quest’anno ha festeggiato ben 110 edizioni – conclude il sindaco di San Giuliano Terme, Sergio Di Maio –. Ringrazio il vicesindaco Marchetti, Alterego Fiere, GeSTe e tutte le istituzioni ed associazioni che si sono impegnate per la buona riuscita dell’evento. Il nostro compito è di conservare e curare la qualità che anno dopo anno mettiamo in campo per regalare al territorio dieci giorni di festa e condivisione”.

By