Al “LungoBisenzio” il Pisa porta via un punto al fotofinish. Forte risponde a Roman

PRATO – I nerazzurri tornano a casa con un punto dal “LungoBisenzio” al termine di una gara maschia. Al gol di Roman ha risposto Francesco Forte a 5′ dal termine.

Contro i lanieri torneranno Goldaniga e Bollino ed Eros Pellegrini. Pagliari deve rinunciare a Rocco Sabato e Paolo Rozzio. Il tecnico di Macerata lascia inizialmente in panchina Mingazzini e Martella e rinuncia totalmente a Giuseppe Giovinco, che non parte neanche dalla panchina.

Davanti a Provedel ci sono Pellegrini, Goldaniga, Kosnic e Lucarelli. Dentro a sorpresa anche Cia sull’out di sinistra con il grande ex della partita Aiman Napoli schierato per la prima volta al fianco di Rachid Arma. Linea mediana formata da capitan Favasuli e Sampietro. Mister Esposito non puo’ disporre dello squalificato Corvesi. Bagnai prende il suo posto come esterno destro. Alessandro Malomo torna a disposizione dopo aver scontato il turno di squalifica e torna al centro della difesa al fianco di Ghinassi. L’ex tecnico della primavera dell’Inter schiera contemporaneamente Serrotti e Roman. Davanti le due punte Christian Tiboni e il promettentissimo Eric Lanini, attaccante scuola Juventus. Come in tutti i campi anche a Prato c’è “Insieme per la Sardegna” iniziativa della Lega Pro per raccogliere i fondi per le popolazioni colpite dall’alluvione in Sardegna.

Pisa in maglia bianca con strisce verticali nerazzurre, Prato in completo azzurro. La gara vive momenti di studio in avvio. Il primo tiro in porta (8′) e’ del Prato con Lanini che spara alto dal limite dell’area nerazzurra. Il Pisa risponde con un cross da destra di Caputo bloccato da Brunelli, ma il primo pericolo vero verso la porta pratese lo porta Rachid Arma che poco dopo essere entrato in area da sinistra calcia sull’esterno della rete. Conclusione leggermente deviata, ma l’arbitro non concede l’angolo neanche dopo le proteste dello stesso giocatore marocchino. Al 17′ il Pisa va ancora alla conclusione questa volta su calcio piazzato di Cia che dai venti metri però spara alto sopra la traversa. Alcune decisioni arbitrali nel primo quarto di gara lasciano perplessi (fallo su Grifoni prima e su Napoli poi) e non vengono sanzionate con il calcio di punizione. Il Pisa e’ tuttavia pericoloso al 23′ quando Caputo pesca Arma in area, il colpo di testa del centravanti marocchino defilato sulla sinistra e’ però preda della difesa laniera. Il Pisa soffre soprattutto sull’out destro dove Grifoni e’ sempre molto veloce e pericoloso. Al 28′ e’ Kosnic a sbrogliare una situazione pericolosa proprio da un cross del numero sette di mister Esposito. Il Pisa risponde al 33′ con una conclusione di Arma che termina a lato di un paio di metri rispetto al palo di sinistra della porta di Brunelli. E’ sempre Grifoni la spina nel fianco della difesa nerazzurra. Il numero sette pratese viene servito con un colpo di tacco da Cavagna. La difesa nerazzurra sventa ancora, ma con affanno. Al 42′ il Prato beneficia di un calcio di rigore. Provedel (giallo) stende Grifoni lanciato a rete. E’ rigore. Sul dischetto va Lanini che calcia debolmente e Provedel respinge, poi la difesa nerazzurra sventa in angolo. Con il salvataggio del portiere di proprietà del Chievo la squadra di Pagliari va al riposo sullo 0-0.

Ad inizio ripresa cambio tra i pali della porta laniera. Fuori l’infortunato Brunelli e dentro Layeni. Dopo neanche un minuto di orologio Tiboni mette in mezzo e Lanini tenta la rovesciata che termina però ampiamente sul fondo. il Pisa poco più tardi reclama un rigore per un fallo su Arma, ma l’arbitro lascia correre. La gara e’ molto tattica ed e’ difficile trovare spazio nelle due difese. Al 7′ viene ammonito Goldaniga per un fallo a limite dell’area su Grifoni. Al 9′ un colpo di testa di Malomo termina sul fondo. Il Prato e’ ancora pericoloso al 12′: cross da sinistra di De Agostini che pesca Lanini sotto misura, ma il numero nove laniero mette incredibilmente alto. Il Pisa soffre e Pagliari corre ai ripari, dentro Martella per Cia al 14′. Il Pisa cerca di venir fuori dal proprio guscio, ma il Prato e’ ben messo in campo. Al “LungoBisenzio” intorno al 20′ inizia anche a piovere. Al 21′ Pagliari opera il secondo cambio. Fuori Napoli, dentro Francesco Forte. E’ il Prato però ad andare in vantaggio. Cross da sinistra dell’indemoniato Grifoni, palla che attraversa tutta l’area e che perviene a Roman che di sinistro trova l’angolino alla sinistra di Provedel: 1-0 per i lanieri. Il Pisa accusa il colpo, il Prato sfiora il raddoppio con Lanini che al 27′ entra in area da destra e calcia in diagonale sull’esterno della rete. Mister Pagliari gioca l’ultima carta: dentro Bollino e fuori Caputo. L’attacco nerazzurro e’ dettato più dal cuore che non da un gioco fluido. Al 40′ Arma recupera palla sull’out destro dopo un rimpallo e serve Forte che entra in area si porta la palla sul sinistro e con un diagonale preciso beffa Layeni: 1-1. Nel finale la squadra di Pagliari conserva il punto che vale oro in un campo ostico.

20131124-162353.jpg

You may also like

By