Al Polo Piagge l’Ac Pisa 1909 partecipa alla lezione di “Management nel pallone”

PISA – Presso l’Aula Magna del Polo Piagge si è svolto questo pomeriggio Il Management nel pallone – “Equilibri aziendali nell’azienda sportiva”. Il tutto e’ stato organizzato dagli studenti della Lista Ateneo del dipartimento universitario di Economia.

Ad introdurre il convegno Francesca Gelli, dell’ateneo degli studenti Lista Aperta che ha introdotto il tema della conferenza: “Tema sugli economico-aziendali, con l’intento mostrare le differenze tra equilibri industriali e quelli di una societa’ sportiva e specificatamente quella calcistica”.

Erano presenti al dibattito il presidente dell’Ac Pisa 1909 Carlo Battini, il Dg nerazzurro Fabrizio Lucchesi, gli Avvocati Piero Baffa e Andrea Bottone, il Dott.Mario Nicoliello e Antonio Scuglia, redattore de “Il Tirreno” e Diego Casali caposervizio de “La Nazione”. Ha moderato il Convegno il Dott. Vincenzo Zarone. Hanno presenziato al convegno nella parte finale Aiman Napoli, Nicola Mingazzini e Rocco Sabato.

Carlo Battini: “Sono una persona semplice, ho molta passione per il calcio ed e’ per questo che sono diventato l’azionista unico della società. Non e’ stato facile, non sono state tutte rose e fiori, avevo un socio di maggioranza e adesso sono solo. E’ iniziato tutto da una passione. In una città come Pisa non è’ facile lavorare. L’ambiente rappresenta mille sfaccettature. La mia famiglia e’ molto appassionata e mi aiuta soprattutto a livello economico. Ad eccezione di una squadra di serie A che fa Business. Quando arriviamo in fondo all’anno non si arriva mai ad un pareggio di bilancio. Quest’anno l’abbiamo superato di due milioni e ottocentomila euro. Anche se io soo contento del contributo che la gente ci da e ci ha dato. FIno ad oggi abbiamo fatto una media di 5.000 presenze allo stadio, più dell’Empoli che e’ prima in classifica nella serie cadetta. L’anno scorso siamo stati in serie B per 20′, ci è’ andata male anche per l’arbitraggio avverso. Tutti vogliono che venga fatta una grande squadra ma servono risorse e io cerco di averle. Quest’anno abbiamo un marketing tutto nuovo a differenza dell’anno scorso dove in questo campo non abbiamo guadagnato nulla. Questa società e’ venuta fuori dalle ceneri di un fallimento e i nostri amministratori sollecitati da molti tifosi (i Pisani hanno il DNA del calcio). Il presidente Carlo Battini ha donato al Prof. Luca Anselmi, ordinario di Economia Aziendale dell’Universita’ di Pisa che ha annunciato in anteprima che sta lavorando per strutturare il un Master in management sportivo nell’ambito dell’offerta di formazione avanzata del dipartimento di Economia e Mnagement dell’Universita’ di Pisa, la maglia dell’Ac Pisa 1909 e al Dott. Vincenzo Zarone, moderatore del Convegno, un gagliardetto della società nerazzurra”.

Direttore Generale Fabrizio Lucchesi: “Definizione di azienda non è radicata e viene fuori solo ora. La vera impennata ci fu nel ’99 con l’avvento dei diritti televisivi, si e’ passati da diritti collettivi a quelli soggettivi, una guerra atomica tra piccoli e grandi club, con il sistema dei ricavi che e’ passato da uno a sette a ad uno a diciassette, anche se adesso siamo scesi a tredici. L’azienda calcio e’ cambiata i diritti di biglietteria e’ passato dall’85% al 15% con l’avvento dei diritti televisivi. Il calcio purtroppo dopo la caduta delle Torri Gemelle e’ candato, negli ultimi 5 anni sono fallite 52 società di calcio”. Il Dg Lucchesi risponde anche ad alcune domande degli studenti sulle tematiche calcistiche: “La Roma e’ stata la prima e l’unic-in Italia ad avere un Aula Universitaria. Il Pisa questo non potrà farlo, ma per esempio, ha comprato il suo Brend, che in una città di prim’ordine come la nostra e’ sempre molto importante. Pisa insieme a Venezia, Roma e Firenze e’ una delle città più importanti d’Italia”

Dott. Mario Nicoliello, che ha ricevuto il premio di laurea Artemio Franchi dal presidente della FIGC e da quello della Lega Pro Mario Macalli: “Bilancio in utile e vittorie sul campo alla ricerca di un equilibrio”: “Quando parliamo di bilancio in utile e’ necessario presentare i ricavi i maggiori dei costi. La classica voce dei ricavi sportivi e’ quella degli spettatori allo stadio e degli scommettitori, anche se nel calcio attuale quella dei concorsi e’ calata perché i tifosi di calcio preferiscono stare in poltrona pagando i network in quelli che sono chiamati diritti televisivi. Ed in Italia questo fenomeno e’ notevolmente aumentata. Plusvalenza, ricavi che derivano dai diritti della cessione dei calciatori. Nel confronto delle presenze allo stadio tra Italia ed Estero ci accorgiamo che c’e il dato più basso nel nostro campionato in confronto a Germania, Inghilterra, Spagna e Francia. In Italia c’e il 22% degli spettatori contro il 92% in Premier League e il 93% in Bundesliga. Quali sono le cause? Le condizioni in cui versano gli stadi italiani che sono obsoleti e che risalgono a secoli”.

Avv. Andrea Bottone, presidente e detentore dell’1% del Comitato Vecchio Cuore Nerazzurro: “A metà giugno 2009 fui chiamato dal Segretario Bruno Sabatini perché i conti del Pisa Calcio Sps erano in rosso. Il Pisa doveva iscriversi ed i conti della società’ non erano molto chiari. Abbiamo chiesto allora l’aiuto dei tifosi. In due settimane abbiamo raccolto quattromila euro. I soldi non bastavano per iscriversi. Fui chiamato dalla signora Gentili che mi disse: “Caro Andrea ti do 3 milioni e mezzo di euro che servono, ma dalle 15 alle 16 il sogno sfumo’ visto che il debito era molto piu grande. Dopo il fallimento Incontrammo Filippeschi e Cava e ci siamo prefissi come obiettivo quello di trovare un gruppo di persone serie che non ripetessero gli errori del passato. Con il Dott. Cava ci mettemmo d’accordo per creare un Comitato dei tifosi la quota fu fissata nell’1%. Si presento’ l’occasione giusta. Tra la Copra e la cordata di Battini preferimmo Battini, se non altro perché il giorno dopo ci porto’ 300.000 euro. Ruolo della tifoseria e’ un ruolo importante e a volte anche antipatico. Siamo fortunati e possiamo dire “Ce l’abbiamo fatta”, perché abbiamo tenuto sempre alto l’interesse anche se non ci fosse stato il presidente Carlo Battini, non avremmo potuto fare calcio ovviamente perché se non c’è qualcuno che mette i soldi niente si può fare. Il Pisa e’ una delle poche squadre sane e senza penalizzazioni. Siamo con la società ma non possiamo non mettere in luce anche i problemi che oggettivamente esistono come quella della tessera del tifoso, i tornelli e le trasferte negate, una di queste la gara di Viareggio. Abbiamo ricevuto molti attestati di stima, siamo riusciti a far aprire lo stadio dopo la finale play-off contro il Latina. Non è’ stato facile, ma i rapporti con il Prefetto Tagliente, ci ha aiutato e le sue continue chiamate ai tavoli sulla sicurezza ci inorgoglisce”.

Antonio Scuglia, redattore de “Il Tirreno”:”Per capire quanto sia sentito il calcio a Pisa, si attesta tra la quinta e l’ottava posizione come presenze allo stadio pur non giocando con Roma, Juventus e Inter. Die tre mesi nei quali era vitale la città invogliare a focalizzare l’attenzione su personaggi che potessero acquistare la società e fummo fortunati con l’avvento di Carlo Battini

Diego Casali, caposervizio de “La Nazione”: Da questo convegno si evince quanta umanità ci sia in una società di calcio, le parole del presidente Battini sono state tirate fuori con il cuore. Questa umanità e’ il senso del mio intervento. Le persone sono vicine alla squadra. Ci sono Due aspetti fondamentali, il primo legato alla società di calcio città e il secondo i mezzi di informazione. La squadra si calcio rappresenta il tessuto sociale perché il tifo e’ uno spettacolo di cui fruiscono i tifosi e gli sportivi. Rappresntare Pisa in giro per l’Italia, ruolo quasi istituzionale della squadra di calcio”.

Al termine del convegno nell’Aula 5 si è tenuto un rinfresco a tutti i presenti offerto da Ateneo Studenti Lista Aperta.

LE FOTO DELLA GIORNATA NELL’AULA MAGNA DEL POLO PIAGGE (foto pisanews.net)

20131204-190109.jpg

20131204-190130.jpg

20131204-190157.jpg

20131204-190215.jpg

20131204-190236.jpg

20131204-190257.jpg

20131204-190313.jpg

You may also like

By