Al Tombolo il terzo centro CONI in Italia per la pratica sportiva di Canoa e Kayak

PISA – E’ stato siglato alla sede del Coni di Roma l’accordo tra la Navicelli Srl – la società di proprietà del Comune di Pisa rappresentata dall’Amministratore unico Salvatore Pisano e la Federazione Italiana Canoa Kayak (FICK) rappresentata dal Presidente Luciano Buonfiglio, per la concessione dell’immobile di via Livornese 754, in località Tombolo.

La struttura verrà utilizzata per lo svolgimento dell’attività sportiva promossa dalla FICK. L’accordo prevede inoltre che l’immobile venga riqualificato a spese del comodatario così da farlo diventare un centro sportivo federale CONI e un punto di riferimento per lo svolgimento dell’attività sportiva da parte di atleti diversamente abili ed iscritti alle categorie delle discipline olimpiche e paralimpiche.

L’accordo, della durata di 12 anni (6+6) a decorrere dal 1° agosto 2021, è stato siglato alla presenza dal sindaco di Pisa,  Michele Conti, del Presidente del Coni Giovanni Malagò, dall’amministratore unico di Navicelli Srl, Salvatore Pisano, dal Presidente della FICK Luciano Buonfiglio, dal consigliere nazionale CONI e segretario generale FICK, Salvatore Sanzo, e dal consigliere federale canoa del CONI, Gabriele Moretti.

«La firma dell’accordo fra Navicelli srl, partecipata del Comune di Pisa, e la Federazione Italiana Canoa Kayak certifica la vocazione del canale dei Navicelli anche come importante infrastruttura sportiva a disposizione di ragazzi e atleti – ha commentato il Sindaco di Pisa Michele Conti. Un accordo fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale che prevede la concessione di una struttura sul canale attraverso un comodato d’uso di lungo periodo (6+6 anni) che permetterà al Coni di poter investire per potenziarla, renderla adatta alle esigenze degli atleti e accessibile anche ai ragazzi con disabilità permettendo loro di scendere in acqua in sicurezza. Ringrazio dunque tutti coloro che hanno lavorato per raggiungere questo importante obiettivo, il Presidente Malagò per la sensibilità e la presenza, l’amico Salvatore Sanzo che da dirigente nazionale del Coni è sempre affezionato alla nostra città, l’Amministratore di Navicelli Salvatore Pisano e il Presidente della Federazione Luciano Bonfiglio».

«Noi siamo entusiasti quando c’è un progetto che riguarda la crescita sportiva di un territorio”, ha detto il numero uno del CONI Giovanni Malagò. “Chi meglio di una Federazione può gestire una struttura di questo tipo dove molti ragazzi potranno praticate sport e crescere. Possiamo quindi solo ringraziarvi per aver messo in piedi questo pregetto. Questa è best practice che mette insieme la visione lungimirante del Comune di Pisa, della Federcanoa e di Navicelli Srl».

«Crediamo fortemente negli investimenti sul territorio e infatti già dal 2016 abbiamo stretto un accodo per la gestione di Navicelli grazie all’impegno del consigliere federale Gabriele Moretti e di Roberto Volpi”, ha spiegato il presidente della FICK, Luciano Buonfiglio. “Oggi si conclude un percorso che non è stato sempre agevole ma che abbiamo fortemente voluto insieme al Comune di Pisa e la società di gestione.  Al tempo stesso si apre la strada che porterà Navicelli ad essere un punto di riferimento importante per l’attività della canoa velocità e della paracanoa. Con gradualità faremo investimenti per migliorare le strutture e renderlo un centro di alto livello, soprattutto per la paracanoa».

La struttura e gli interventi previsti. L’immobile concesso in comodato d’uso gratuito, comprensivo di accessori ed ammobiliato, è così composto: un piano terra, costituito da 4,5 vani utili di circa mq. 80, un piano primo costituito da 4,5 vani utili al circa mq. 80,  e 2 annessi esterni di circa mq. 20 ciascuno. Nel dettaglio il contratto obbliga il comodatario (CONI) ad eseguire a proprie spese  i seguenti lavori sulla struttura: adeguamento degli impianti e relativa certificazione; adeguamento degli impianti termici della ‘Foresteria’ e degli spogliatoi; potenziamento degli interni con l’aumento del numero dei posti letto; installazione di un prefabbricato esterno di circa mq. 70 ad uso palestra ecocompatibile; rivisitazione degli ambienti situati al piano terra utili anche per atleti con diversa abilità, creazione delle strutture esterne (rampe di accesso, pontili idonei per atleti con diversa abilità); potenziamento degli spogliatoi con realizzazione di altri ambienti ed ampliamento degli attuali impianti mirati alla ottimizzazione delle energie rinnovabili con pannelli fotovoltaici, eolici ed ibridi per la produzione di acqua calda e per la parziale fornitura di energia elettrica.

By