Al via Bacco Palaia e Venere 2018

PALAIA – “E dove non è vino non è amore, né alcun altro diletto hanno i mortali”, così citava il poeta greco
Euripide.

Un binomio perfetto, quello di Vino e Amore, che ben si riflette da ormai quattro edizioni nella manifestazione “Bacco, Palaia e Venere”, la notte rossa del borgo palaiese. Domenica 2 Settembre a partire dalle ore 19 fino a tarda notte, il dio del vino e la dea dell’amore si incontreranno a Palaia e saranno i protagonisti di una serata dedicata al gusto e al divertimento: per le vie del borgo sarà infatti possibile degustare vini locali e prodotti tipici delle aziende vitivinicole e dei produttori di zona, delle località Borgo di Alica, Usiglian del Vescovo, Villa Saletta, Villa
Lena, Savini Tartufi, Liquorificio Morelli e Helix Valdera. Oltre alle degustazioni, numerose le attività commerciali che offriranno menù a tema e street food,
così da poter passeggiare liberamente per il centro storico con calice, sportina e specialità locali a portata di mano e godersi gli spettacoli itineranti che si alterneranno per tutta la serata.
Coinvolti numerosi artisti locali che animeranno il centro storico con spettacoli musicali e di intrattenimento. La musica sarà a cura dei gruppi “The Brothers in Law” con Paola Bivona e
Matteo Quiriconi, “Riego” con Jacopo Tognarelli e Roberto Mengali, dell’Accademia musicale “Il
Pentagramma” di Forcoli, della “Filarmonica G. Puccini” di Palaia, del gruppo di musica balcanica
itinerante “Zastava Orkestar”, dal potere sonoro del Digeridoo di Jacopo Mattii e accompagnata dalle danze e dalle voci melodiche di “Alessio e Jonni Eventi in Musica”. Di particolare attrattiva anche lo spettacolo di fuoco a cura di “Fire Aida” alias Giada Bachini, con una performance poliedrica di teatro, danza e tecnica; le danze scatenate della Break Dance e l’attore Gianluigi Flauret che divertirà i presenti con improvvisazioni teatrali in tema con la festa.

Per gli amanti della fotografia è prevista una mostra a cura del Gruppo Fotografico Oltre l’Obbiettivo dal titolo “Il Paesaggio e le sue bellezze”; non mancheranno poi i mercatini “Art &
Craft” e gli intrattenimenti per i più piccoli, infatti nel giardino di Villa dal Borgo sarà allestito uno spazio dedicato proprio per loro, con il “Ludobus” e truccabimbi, a cura della Cooperativa Sociale Arnèra che intratterrà i bambini e le loro famiglie con giochi e laboratori. Prevista in Via del Popolo
anche una fiera di beneficenza a cura della Pubblica Assistenza di Palaia.
Icona della festa, il romantico “Arco dell’Amore”, dove le coppie potranno immortalare il loro
legame con un selfie, essere allietati dalle poesie di Ida Cervelli e, se vorranno sfidare la sorte,
potranno anche conoscere il proprio destino attraverso la lettura dei tarocchi di Marco Barsotti.
Anche lo splendido giardino comunale sarà allestito per accogliere alcuni spettacoli e sarà a
disposizione di tutti coloro che vorranno ritagliarsi un spazio più intimo durante la serata.
L’atmosfera giocosa e spensierata della manifestazione si muoverà intorno al tema “L’Amore
sboccia con …” e accompagnerà i visitatori in un percorso tra amore e vino, arricchito da luci e
fiori, coinvolgendoli in un’atmosfera romantica e suggestiva all’interno del borgo.
“Una bella manifestazione popolare – afferma il sindaco Marco Gherardini – per vivere insieme il
paese di Palaia in un clima festoso e conviviale. Grazie davvero alle attività commerciali, al
volontariato, alle aziende vitivinicole e tutti quelli che vorranno partecipare. Insieme ai nostri cittadini e agli artisti, sarà una serata attraverso la quale una comunità vuole stare bene, accogliere i turisti e promuovere se stessa”. L’idea della Notte Rossa trae origine da un affresco nell’alcova di Palazzo Cecchi, oggi sede del comune, opera di Luigi Ademollo (1764-1849), prolifico pittore che lavorò in tutta la Toscana. Nell’affresco due ninfe tagliano le ali a Cupido e gli trafugano arco e frecce, in modo tale che non potrà più dardeggiare donne e uomini infiammandone il cuore di passione. Reso Cupido inoffensivo, la coppia è salva da insidie, e può celebrare così la fedeltà del talamo coniugale. Per quanto riguarda la viabilità, la strada principale del paese sarà chiusa dalle ore 18. Consigliabile l’accesso a Palaia da Pontedera – San Gervasio o da Montopoli per arrivare al parcheggio in piazza
del Mercato e a quello delle scuole medie. Per l’accesso da Forcoli, grazie alla Pubblica Assistenza
di Palaia e alla Misericordia di Forcoli sarà disponibile un servizio navetta nella zona industriale del Montanelli e in località Partino nello spazio cortesemente messo a disposizione dalla Parrocchia di Palaia e dall’Istituto Diocesano di Sostentamento Clero.

La manifestazione, organizzata dal Comune di Palaia e dalla Società CdB snc che da quest’annogestisce l’Ufficio Turistico, è sostenuta da Geofor, Fratelli Fegatilli srl, Borgo di Colleoli Resort, S.U. Servizi Urbani Integrati, Savini Tartufi, Liquorificio Morelli, Simply Market di Forcoli, ATI, Servizi, Vittoria Assicurazioni, Will Sal Serigrafia e dallo Studio Commerciale. Le Pleiadi di
Forcoli.

By