Al via la diciassettesima edizione del Pisa Book Festival

PISA – Apertura in grande stile per la 17esima edizione del “PISA BOOK FESTIVAL“, oramai divenuto un appuntamento tradizionale dell’autunno pisano, giovedì 7 novembre e che si protrarrà sino a domenica 10 presso il Palazzo dei Congressi a Pisa.


Sapientemente diretto dalla Prof.ssa Lucia Della Porta, ideatrice della Manifestazione, ogni anno il Festival propone un tema conduttore, che per il 2019 vede come scelta l’Europa, così che saranno presenti molti ospiti internazionali per fornire il loro contributo circa l’importanza di valori quali la diversità e l’accoglienza, un modo per rafforzare altresì il gemellaggio con un altro importante evento quale il “Boswell Book Festival” che si svolge in maggio a Glasgow, grazie al quale la nostra città potrà ospitare tra i più famosi autori della letteratura scozzese.

Al rituale taglio del nastro, oltre al Sindaco di Pisa Michele Conti, al Presidente della Provincia Massimiliano Angori, alla Vice Presidente della Regione Toscana Monica Barni ed ai Presidenti della Fondazione Pisa e della Fondazione Palazzo Blu, Claudio Puggelli e Cosimo Bracci Torsi, ha presenziato il noto scrittore pisano Marco Malvaldi, il quale poi ha tenuto il discorso inaugurale dal titolo “Perché scrivo” presso l’Arena Pacinotti, come di consueto gremita ogni volta che vi è la possibilità di ascoltarlo.

Si tratta di un evento importante per la città“, esordisce il Sindaco Michele Conti, “e sostenuto dall’Amministrazione Comunale che si prefigge nel suo mandato di sostenere la diffusione della cultura e colgo l’occasione per lanciare una proposta di essere in futuro parte attiva nell’organizzazione della Manifestazione, come già avviene per l’Internet Festival che, con la collaborazione della Regione Toscana ha oramai assunto una visibilità a carattere internazionale, per far sì che anche il Book Festival possa essere ancor più conosciuto sia a livello nazionale che europeo“.

A sostenere la manifestazione, sin dalla sua prima edizione è stata la Provincia di Pisa, il cui Presidente Massimiliano Angori ha tenuto a sottolineare come: “sia un onore essere qui a presenziare a questa inaugurazione, dato che vi si respira un’aria bellissima, di cui non posso che invidiare l’età media dei partecipanti, in quanto la stessa è sempre più bassa a testimonianza dell’importanza che ancora i giovani attribuiscono ai libri ed alla lettura, così da garantire il sostegno della Provincia di Pisa anche per le edizioni future e con sempre maggior entusiasmo, non potendo esimermi dal ringraziare e complimentarmi con chi, con tanto impegno, organizza l’evento“.

Dal canto suo, la Vice Presidente della Regione Toscana Monica Barni non si è potuta esimere dall’esprimere: “di essere onorata di ritrovarmi qui, circondata da libri, editori e speriamo sempre di più anche da lettori, in quanto eventi di questo genere rientrano appieno nelle politiche regionali sulla promozione della cultura ed in particolare della lettura ed è altrettanto bello vedere la presenza di tutte le istituzioni, sia amministrative che culturali, perché insieme dobbiamo combattere questa battaglia per costruire sempre più strumenti per una democrazia partecipata, di cui il libro e la lettura rappresentano i più importanti“.

Particolarmente significativo l’intervento del Presidente della Fondazione Palazzo Blu Dr. Cosimo Bracci Torsi avendo riferimento all’Europa, tema conduttore dell’edizione 2019 del Festival, allorché ha evidenziato: “Mi ha fatto particolarmente piacere che a questa inaugurazione siano stati scelti un nastro blu e, come sottofondo musicale, l’Inno alla Gioia, in quanto ricordo che, in un momento storico in cui vi sono dei fantasmi che si aggirano nel Vecchio Continente, l’Europa è nata sulla paura e sul ricordo delle catastrofi provocate dal Nazionalismo e credo pertanto che far sapere e divulgare che abbiamo una radice comune sia pertanto estremamente importante e quindi non posso che ringraziare il fatto che quest’anno l’Europa sia stata posta al centro dell’attenzione“.

By