Al via Pisa Jazz 2019. Quindici concerti per la nuova stagione

PISADomenica 27 Gennaio inizia la nuova stagione di Pisa Jazz, la rassegna promossa dall’Associazione ExWide con il contributo della Fondazione Pisa e del Comune di Pisa, in collaborazione con molte realtà del territorio provinciale e regionale.

La nuova stagione ha un titolo significativo: “A Jazz Odyssey“. I quindici appuntamenti che compongono il cartellone sono un viaggio metaforico che musicisti e pubblico affronteranno insieme: il richiamo è al viaggio che la specie umana, con la sua cultura e in particolare con la sua produzione musicale, ha fatto nei millenni del suo peregrinare per il globo terrestre. Ma un’ Odissea non è solo un viaggio, è un percorso di conoscenza disseminato di sorprese e ostacoli, che non impediranno al protagonista, la musica, di tornare alla sua Itaca, alle sue origini.

In questa serie di concerti infatti dall’Africa si parte questa domenica, con il progetto “Yoruba” di Andrea Grillini, e all’Africa si torna con la produzione originale di Pisa Jazz 2019, il Dinamitri Open Combo (fusione dei Dinamitri Jazz Folklore e dell’Open Combo di Silvia Bolognesi) ultimo concerto della stagione; durante il viaggio la rassegna farà tappa in diverse terre e in diverse ere della storia della cultura musicale, senza tralasciare il presente e dando uno sguardo al futuro. Saremo nell’America degli anni ’60 accompagnati dalla calda voce soul di Eric B. Turner, viaggeremo nel Sud e nell’Est dell’Europa con le musiche zingare dei Note Noire, attraverseremo cinque decadi di storia del jazz celebrando con Enrico Rava i suoi 80 anni, ci muoveremo tra l’Africa e Cuba portati per Mano da Omar Sosa e Gustavo Ovalles. Ma avremo anche modo di apprezzare quanto di meglio la scena contemporanea internazionale ha da offrire, con Khalab, Nubya Garcia, Forq, Kokoroko e Timo Lassy. Non mancheranno poi momenti di approfondimento, con due dei più affermati studiosi di storia del jazz in Italia, Francesco Martinelli e Stefano Zenni.

By