Alessandra Orlanza (NAP) sullo studente investito a Pontedera: “Una cosa inaudita e dolorosa”

PISA – E’ inaudito e doloroso l’episodio accaduto lunedi 21 dicembre 2015 intorno alle ore 12.50 nel piazzale dello stadio di Pontedera, luogo da cui partono gli autobus della CTTN: uno studente di 14 anni frequentante la prima superiore finisce sotto le ruote dell’autobus che lo doveva riportare a casa dopo una giornata di scuola.

Questo perchè i mezzi di trasporto sono notevolmente congestionati, devono trasportare più utenti di quelli consentiti ed al di fuori delle norme di sicurezza dei trasporti pubblici, e questo doversi conquistare un posto a sedere sul mezzo è stata la causa del drammatico incidente.
Il villaggio scolastico di Pontedera conta migliaia di studenti pendolari, che acquista un abbonamento per poter usuffruire del trasporto pubblico, per cui la CTTN conosce perfettamente il numero degli utenti che dovrà servire, e dovrebbe quindi essere in grado di garantire il numero di autobus sufficiente per poter offrire un sicuro trasporto a tutti i giovani studenti, che già al suono della campanella scalpitano per la paura di perdere il mezzo. Sarebbe bene che le istituzioni preposte e la CTTN organizzassero un servizio di trasporto a “misura di studente”, in quanto un genitore deve avere delle garanzie riguardo all’incolumità del proprio figlio non solo a scuola, ma anche durante il tragitto casa-scuola e viceversa. Ed ora chi paga? In primis il ragazzo che sta lottando per la vita insieme ala sua famiglia, poi l’autista che si porterà questo rimorso dentro per tutto il resto della vita insieme a chi lo ha spinto in maniera accidentale perchè ” era uso fare così”. Tutto questo si poteva evitare.

Alessandra Orlanza consigliera ctp3 Noi Adesso Pis@

By