Alessandro De Vena: “Per noi la sfida di Coppa Italia e’ ancora aperta, a Pisa per vincere”

Pisa – Domenica prossima andra’ in scena all’Arena Garibaldi la gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia contro il vicino Viareggio. Abbiamo per l’occasione  intervistato l’attaccante Alessandro De Vena che ci racconta come il suo gruppo affronterà questa sfida, che ad oggi vede il Pisa in netto vantaggio per la qualificazione alla finale, in virtù della vittoria guadagnata a Viareggio, con un netto 3 a 1.

Innanzitutto come ti trovi nel Viareggio, sia con i tuoi compagni che con Mister Cuoghi?

“Mi trovo molto bene con questo gruppo, con il quale sto lavorando intensamente e vogliamo puntare in alto.”

Visto che lo scorso anno hai militato nella Triestina in Prima Divisione, che differenze hai riscontrato tra il girone di quest’anno e quello precedente?

“Il girone dello scorso anno era meno impegnativo rispetto a quello di questa stagione e soprattutto perché adesso siamo un gruppo prevalentemente di giovani e di conseguenza c’è meno esperienza. In questo girone poi ci sono squadre molto forti come ad esempio il Latina che sia all’andata che al ritorno ci ha messo molto in difficoltà.”

In questi due anni di Lega Pro in cosa ti senti di essere migliorato e cosa invece potresti fare meglio?

“Penso che in questi due anni di Lega Pro sono migliorato sotto il lato dell’agonismo; rispetto all’esperienza in Primavera in questa serie e’richiesto un impegno maggiore soprattutto devo correre di piu’ mentre ancora devo migliorare sotto porta cercando di essere piu’ incisivo e deciso.”

Che ricordo hai della tua esperienza nella Primavera del Napoli, e che ricordo hai del portiere pisano Luigi Sepe?

“Ho un ricordo ottimo soprattutto perché l’ultimo anno abbiamo fatto un buon campionato, ed anche il ricordo di Sepe e’ molto positivo, secondo me Gigi  e’ un portiere che può arrivare molto in alto, e’ per me, uno dei piu’ forti tra i giovani portieri nel panorama calcistico attuale.”

Guardando piu nel particolare il tuo prossimo avversario in Coppa, che giudizio puoi dare sulla squadra nerazzurra e quale e’ a tuo avviso il punto di forze e di debolezza del Pisa?

“Il Pisa e’ una buona squadra, ha un buon gioco ed ha giocatori di esperienza e qualità in organico come Mingazzini e Scappini, ma noi siamo un gruppo di giovani e faremo della corsa la nostra arma in piu’, cercheremo di mettere il Pisa in difficoltà proprio sotto il profilo fisico.”

Che importanza dai alla competizione di Coppa Italia?

“Questa competizione per noi e’ importantissima, siamo arrivati a questo punto, in semifinale, ed e’ già un buon traguardo, ma sinceramente cercheremo di guadagnarci la finale e per il Viareggio credo sarebbe una prima volta.”

Che partita ti aspetti quindi domenica prossima visto che il Pisa con la vittoria all’andata ha ipotecato la finale?

“Conoscendo il Viareggio posso dire che siamo una squadra combattiva, malgrado quindi il risultato dell’andata, veniamo a Pisa per vincere la sfida, per noi la partita e’ ancora aperta.”

Quale e’ il tuo obiettivo professionale e il tuo sogno nel cassetto?

“Sinceramente il mio obiettivo e’ arrivare a giocare in seria A, e possibilmente nel Napoli, che e’ la squadra dove e’ partita la mia carriera da calciatore da quando avevo 13 anni, e poi e’ la squadra della mia città, quindi sono molto attaccato a questi colori.”

By