Alessandro Pane: “Della Nocerina mi fido meno di zero”

PISA – Mister Alessandro Pane ha incontrato i cronisti alla vigilia della gara contro Nocerina, tornando anche sulla manifestazione che ha visto protagonista la squadra in mattinata all’interno della centralissima Piazza Vittorio Emanuele.

Questa mattina il Pisa si è allenato in mezzo alla gente. Un iniziativa singolare e unica nel suo genere…

“Una bella iniziativa. Siamo andati a trovare i nostri tifosi e spero in prima persona che la curva sia al più presto piena per aiutarci a fare bene, proprio in un momento importante a cui la squadra serve l’incitamento del proprio pubblico e della propria gente che può spingerla veramente al successo”.

Contro la Nocerina che partita si aspetta?

“Della Nocerina mi fido meno di zero. E’ una squadra di grandi qualità, che ha nella propria rosa giocatori importanti che possono fare la differenza in qualsiasi momento. Hanno avuto un avvio stentato, ma la squadra può uscirne fuori. Il gruppo ha dimostrato di volere bene al suo tecnico e questo è un segnale importante che in questi momenti che i giocatori non danno al loro mister in difficoltà”.

Conosce Auteri come tecnico?

“E’ un allenatore propositivo, che ha fatto grandi cose e che propone un calcio divertente. Dopo 32 anni è riuscito a riportare la Nocerina in serie B, quindi di lui si può dire solo che bene”.

La squadra campana non ha mai perso fuori casa…

“I dati lasciano il tempo che trovano e sono fatti per essere smentiti. Noi dobbiamo concentrarci solo su noi stessi e su quello che può farci disputare una grande gara, sempre con la dovuta umiltà e serenità. I miei giocatori sanno quali sono le loro qualità. Cercheremo un altra volta di metterle in pratica”.

Si va verso la riconferma della squadra che ha vinto con il Catanzaro?

“Ci sono buone probabilità. Non ci saranno Lucarelli e Lanzolla influenzati e Suagher. Chiunque scenda in campo dei giocatori convocati è preparato a d affrontare questa gara”.

In campo andranno sette giocatori in diffida e questo potrebbe condizionarli in vista della gara contro il Frosinone?

“Prima o poi dovremo pagare. Speriamo di avere un pò di fortuna nel non perdere molti giocatori insieme nelle varie zone del campo. Non è possibile fare una gestione sulla partita successiva. La gara successiva diventerà importante solo se facciamo bene questa gara”.

Il tecnico del Pisa Alessandro Pane (Foto Fabrizio Floris)

Vietato parlare di alta classifica e di cose in grande, ma lei non ha mai messo nel gruppo delle favorite la sua squadra. Perchè?

“Perchè bisogna guardare da dove siamo arrivati. Siamo partiti con un gruppo di 10-11 giocatori Under, che giocatori devono dimostrare di diventare. Avellino, Nocerina e Benevento hanno i numeri e gli uomini decisivi per essere le protagoniste. Dire che vinceranno facile poi è un altra cosa. Però ci terrei tanto che la gente dicesse che giocare contro il Pisa è dura”.

Il girone B è un raggruppamento molto equilibrato. Secondo lei questo campionato è livellato verso l’alto o verso il basso?

“Difficile dare una risposta. Sicuramente è difficile vincere una partita e tante squadre vogliono stare ai vertici e se la possono giocare con tutti. Questo è un dato di fatto”

By