Alessandro Pane: “I tifosi possono essere il dodicesimo uomo in campo”

PISA – Per il Pisa è giorno di vigilia. Domani sera (ore 20.45) i nerazzurri sono attesi dalla sfida contro il Sorrento, che sarà trasmessa in diretta sugli schermi di Rai Sport 1.

Mister Pane per la gara con il Sorrento dovrà fare a meno degli squalificati Perez e Sabato, oltre a Lanzolla, Suagher e Bianchi che non figurano nella lista dei cinvocati. A poche ore dalla sfida con i campani parla il mister nerazzurro Alessandro Pane che non si fida per niente dell’avversario e del suo brutto momento.

Mister, per il gruppo è stata una settimana diversa dalle altre…

“Ovviamente ci siamo allenati come al solito, ma in giorni diversi. Cambiano le abitudini non il lavoro”.

Come ha visto la squadra?

“Abbiamo svolto un lavoro molto positivo. Il gruppo dopo la vittoria con il Frosinone ha affrontato la settimana in una condizione psico-fisica invidiabile”.

Quali potranno essere secondo lei le insidie di questa partita?

“Dovremmo essere bravi a scoprirlo noi. Una delle tante insidie potrebbe essere sottovalutare l’avversario che ha nelle sue fila gocatori di esperienza e che possiedono un ottimo curriculum”.

Alessandro Pane (Foto Fabrizio Floris)

Ha già pensato a chi sostituirà gli squalificati Sabato e Perez?

“Per la difesa mi riservo di pensare perchè abbiamo almeno due soluzioni. Le scelte dipendono da chi tu hai a disposizione. Scappini comunque partirà titolare”.

Per lei sarà una partita da ex giocatore del Sorrento…

“Ero molto giovane, ho fatto due anni importanti a Sorrento in C2, quando giocare al Sud era molto impegnativo. Sorrento è una bella città. Quei posti sono straordinari”.

Che messaggio si sente di mandare ai tifosi pisani?

“Il messaggio che stiamo mandando noi è quello del campo. Con le vittorie dei ragazzi l’entusiasmo sale a dismisura. I tifosi sanno benissimo che se vengono allo stadio possono essere il dodicesimo uomo in campo”.

By