Alla Libreria Civico 14 di Marina di Pisa. “Racconti di bolina” di Fabrizio Bartelloni

MARINA DI PISADomenica 13 giugno alle ore 19 la Libreria Civico 14 di Marina di Pisa organizza una nuova presentazione in presenza, sulla terrazza dell’incanto di Boccadarno. Protagonista Fabrizio Bartelloni e il suo Racconti di bolina, MdS Editore. L’autore dialogherà con Guia Bessi e parteciperà alla presentazione Francesco Bottai.

I manuali di vela definiscono quella di bolina come l’andatura con cui si mantiene “una rotta il più possibile contraria alla direzione di arrivo del vento, bordeggiando e risalendolo secondo un angolo di ampiezza variabile tra i trenta e i sessanta gradi”. È il veleggiare, dunque, di chi procede contro il vento, scegliendo la più difficile e pericolosa delle andature di chi va per mare, per il suo rendere la barca instabile ed esposta alle onde. È la stessa andatura dei protagonisti dei racconti che compongono questa raccolta. Tutti navigatori delle acque turbolente e insidiose della vita, spesso diversi fra loro, ma ognuno a suo modo costretto a muoversi a sfavore di vento, lungo una rotta di collisione, ora intrapresa per scelta ora per sorte, con ciò che è stato fino al momento dell’impatto, con certezze che credeva incrollabili, con equilibri che apparivano raggiunti. Non si tratta di una navigazione a vista, tuttavia, perché al variare dei toni e degli scenari delle storie che via via prendono vita, al susseguirsi e mutare dei venti, dall’umido Scirocco fino alla fredda Tramontana, che le spingono e raccolgono, prende sempre più il largo l’idea che non tutti gli urti a cui andiamo incontro ci rendano passeggeri del Titanic. 

Fabrizio Bartelloni, avvocato e magistrato onorario presso la Procura di Lucca, quando sveste la toga coltiva pessime abitudini, fra cui quella della scrittura. Dopo la raccolta di racconti Frammenti (Ensemble, 2014), con cui vince il Premio Giovane Holden, inizia a collaborare con MdS Editore, per cui fa da “curautore” di Sulle spallette alle nove, Vituperio delle genti e Maledetti pisani, e con cui pubblica la sua seconda silloge, Testimoni d’accusa. Dal 2015 dirige la collana di narrativa Cattive strade. È ideatore, insieme a Marco Masoni, della rassegna Spiriti solitari – cantautori ascoltati, visti e raccontati.

By