Alla scoperta dei prossimi avversari del Pisa: il Barletta

PISA – Il Barletta reduce da una sofferta salvezza ai play out contro l’Andria, tenterà di disputare un campionato dignitoso valorizzando molti giovani. La mancata retrocessione facilita le cose ma la squadra dovrà faticare per mantenere posizioni dignitose. L’allenatore è Nevio Orlandi tornato in pista nel finale di campionato scorso, dopo alcuni anni di stop seguenti all’esperienza con la Reggina. Ne nel suo staff c’è anche Nicola Di Leo che ha affrontato spesso il Pisa negli anni 80 con le maglie di Avellino, Perugia,  Cosenza e Sambenedettese. L’elemento di spicco è senza dubbio il 35enne Marco Allegretti eclettico centrocampista, già in luce con le maglie di Como, Bari, Grosseto e soprattutto Triestina. Molta esperienza e molta B alle spalle. Esperienza anche dal difensore Andre Pippa  e dall’attaccante Antonio Picci, entrambi classe 85. Picci è reduce da una positiva esperienza in B con il Brescia. Per il resto pattuglia di giovani di belle speranze. Dal Frosinone è giunto il talentuoso attaccante Andrea La Mantia già con i pugliesi nella scorsa stagione,  mentre è stato riscattato interamente dall’Atalanta il difensore Alessandro De Leidi. Giovani i portieri: Luca Liverani e Matteo Valcarecci dal Frosinone. Dal Genoa è giunto un esterno di buone doti come Marco Cane. Molti contatti con squadre di massima serie. Dal Bologna Jacopo Mantovani, centrocampista reduce da due buone annate in Seconda divisione. Dal Chievo il difensore giovanissimo (classe 94) Federico Maccarone e dal Livorno l’austriaco Jurgen Prutsch.

By