Alla Stazione di Pisa nasce un nuovo presidio della Polizia Municipale. In futuro potrà essere a disposizione di tutte le Forze dell’ordine. Il plauso di Confesercenti

PISA – Un altro importante passo in avanti sul tema della sicurezza e della lotta al degrado nella zona di Piazza Stazione è stato messo a punto dall’amministrazione comunale con la collaborazione della Società che gestisce il “Punto SNAIdi Viale Gramsci e presentato martedì 4 Dicembre agli organi di informazione con apposita Conferenza Stampa in loco.

di Giovanni Manenti
Si tratta, in sostanza, della cessione in regime di comodato d’uso al Comune di Pisa, da parte di “Area Scom Srl“, società che gestisce una trentina di punti SNAI in Toscana, dei locali adiacente alla Sala Scommesse di Viale Gramsci ed attualmente adibiti a giochi con slot machine, affinché gli stessi diventino un presidio, inizialmente usufruibile dalla sola Polizia Municipale ma che è allo studio poter essere a disposizione di tutte le Forze dell’Ordine, compresi Carabinieri e pubblica sicurezza, con una previsione di divenire operativo da inizio del prossimo anno.
Visibilmente soddisfatto del buon esito della trattativa il Sindaco Michele Conti, il quale ha tenuto a sottolineare: “Sin dall’inizio abbiamo trovato massima collaborazione con i responsabili SNAI per l’utilizzo di questo luogo che verrà adibito come punto di riferimento per le nostre strutture di Polizia Municipale, il che consentirà di utilizzarlo in sostituzione del mezzo mobile, augurandoci che possa divenire un punto di incontro anche per Carabinieri, Agenti di Polizia e della Guardia di Finanza, da inquadrare come proseguimento del percorso di riqualificazione della zona della Stazione, non soltanto quindi sotto l’aspetto degli arredi urbani, la piazza, i fiori ed i cantieri, ma anche in un’ottica di rinnovamento totale, per il quale mi sento in dovere di ringraziare in particolar modo gli Amministratori SNAI, in quanto credo che questo contributo si debba inquadrare in un metodo moderno di affrontare le problematiche, unendoci in uno sforzo congiunto da proseguire in futuro, ed al riguardo stiamo prendendo contatti con le Ferrovie ed il Gruppo “Generali Assicurazioni” che sono proprietari di importanti fabbricati nella zona per iniziative più o meno analogheVoglio però lanciare un messaggio – prosegue il primo cittadino – anche ai piccoli proprietari, affinché le attività che vengono svolte all’interno dei fondi commerciali da loro concessi in locazione siano qualificate e, pertanto, non più Minimarket od altri esercizi di basso livello commerciale, ma di un tenore pari a quello che le logge di Viale Gramsci ospitavano 30 anni fa, ed al proposito voglio spezzare una lancia a favore della SNAI, in quanto molti addebitano alla Sala Scommesse parte della responsabilità del degrado, ma la stessa esercitava questo tipo di attività addirittura sin dal periodo antecedente la Seconda Guerra Mondiale. Infine c’è da affrontare – conclude Conti – la questione del Mercato che ha rappresentato sino ad oggi una grossa opportunità per la quale ringrazio gli operatori, ma nell’ottica del percorso di riqualificazione dell’intera zona Stazione, anche dette bancarelle dovranno trovare una diversa collocazione che noi cercheremo essere la più idonea quale ricompensa di tutto ciò che di buono hanno fatto per la città, affinché le logge di Viale Gramsci ritornino ad essere libere e sgombre onde poterle meglio presidiarle, cui farà seguito la parte propriamente tecnica di pavimentazione, tinteggiatura e luci per la quale dovremo trovare la collaborazione dei vari condomini, pur iniziando sin da subito con un’opera di pulizia straordinaria e tinteggiatura”. 
Sulla stessa lunghezza d’onda del Sindaco anche l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno, la quale evidenzia: “Non posso che essere soddisfatta di come si stia procedendo per la riqualificazione della zona della Stazione, in quanto il degrado e la scarsa sicurezza per i cittadini non si combattono solo con i controlli che, peraltro, in questi ultimi mesi sono stati sempre più assidui e costanti, ma anche con operazioni che portino ad un miglioramento dell’arredo urbano per dare a tutto l’insieme un aspetto migliore anche dal punto di vista commerciale ed economico“.
Sulle modalità di utilizzo del punto di riferimento per le Forze dell’Ordine il Comandante dei Vigili Urbani Michele Stefanelli precisa: “Sono pienamente d’accordo con quanto espresso dal Sindaco sul fatto che il tema della sicurezza debba essere affrontato in modo unitario, strategia che ritengo assolutamente vincente e peraltro, come concordato, questi locali dovrebbero costituire una sede interforze, ovvero un’opportunità che viene concessa affinché in ogni momento o necessità vi si possano appoggiare e svolgere quelle attività che al momento determinano il trasferimento dei soggetti fermati in Questura, con evidente risparmio di tempo anche preziosoSiamo ancora in fase d definizione con le altre Forze di Polizia – conclude Stefanelli – per quanto concerne le relative modalità di utilizzo dei locali, che dovranno servire quale punto d’appoggio per le varie attività di identificazione, piuttosto che di un fermo o di un arresto di una persona in una fase interlocutoria in cui debbono essere prese informazioni a suo carico e quant’altro, e quindi si può dire che si tratta di un luogo di lavoro che si avvicina al personale operante su strada per gli adempimenti ordinari da tutti conosciuti, al fine di rendere più fluido e più snello il nostro lavoro, avendo altresì l’opportunità di addivenire ad una condivisione di intenti con le altre Forze di Polizia“.
IL PLAUSO DI CONFESERCENTI“I tasselli per la riqualificazione della zona della stazione, a cominciare dalle gallerie di viale Gramsci, cominciano finalmente ad andare al loro posto. Per questo abbiamo voluto essere presenti, insieme ad una delegazione di commercianti della galleria, al sopralluogo dell’amministrazione comunale per annunciare la realizzazione di un presidio fisso delle forze dell’ordine in un fondo messo a disposizione dal Punto Snai”. A parlare è il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord Simone Romoli presente ieri in galleria Gramsci insieme ad alcuni commercianti. “Non possiamo che apprezzare, finalmente, la presenza di un posto fisso delle forze dell’ordine proprio nella galleria – dice ancora – e per questo ringraziamo l’amministrazione comunale e l’agenzia che ha messo a disposizione lo spazio. Il presidio, inteso anche come punto di riferimento al quale rivolgersi, era sempre stata una delle nostre pressanti richieste: ricordiamo che abbiamo sempre sostenuto il trasferimento della questura nell’ex palazzo della Provincia”. Poi la questione dello spostamento del mercatino. Ancora Romoli: “Siamo soddisfatti che il sindaco Conti abbia ribadito la volontà sua e della maggioranza che lo sostiene di spostare i banchi di viale Gramsci in tempi brevi. Banchi che tra l’altro allo stato attuale impedirebbero una visibilità delle stesse gallerie dal nuovo presidio. Entro la fine di dicembre scadrà la concessione che a questo punto non verrà rinnovata. In futuro siamo disponibili – conclude il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord – a discutere di un loro ricollocamento seguendo però i percorsi previsti dalle normative del nuovo codice del commercio, quindi attraverso un bando o eventualmente istituzionalizzandolo all’interno del piano del commercio su aree pubbliche”
By