Alla Torre Guelfa la presentazione di #pisastreetart

PISA – Alla Torre Guelfa in Lungarno Simonelli a Pisa, venerdì 15 febbraio alle ore 17.30, si terrà la presentazione della II edizione del volume #pisastreetart, di Gian Guido Grassi e Roberto Pasqualetti, edito dalla casa editrice ETS, che propone la rassegna di tutte le opere di arte urbana a Pisa fruibile anche come guida per un piacevole tour alla scoperta dei murales. Proprio a tal fine il testo è bilingue, italiano-inglese.

L’obiettivo fondamentale che siamo posti con questa pubblicazione – spiegano i curatori – è quello di catalogare e mappare le opere murali realizzate a Pisa dal 1989 a oggi, un patrimonio di arte pubblica cospicuo e prezioso. Una volta catalogato, pensiamo, sarà più agevole consultarlo, valorizzarlo e, soprattutto, tutelarne la conservazione nel tempo, magari anche attraverso l’adozione di un vincolo normativo, come è stato fatto per il famoso murale Tuttomondo di Keith Haring. La schedatura è stata collegata, attraverso codici di riferimento, ad una mappa che abbiamo messo in appendice, per la visita guidata alle opere, che sono tante, con artisti molto conosciuti del settore, non ultimi quelli che hanno partecipato al festival ‘stART -Welcome to Pisa’. Nel libro viene ripercorsa la storia e i momenti nei quali queste opere sono state pensate e prodotte; gli artisti e le manifestazioni che si sono avvicendate. Speriamo di contribuire con questa iniziativa – continuano Pasqualetti e Grassi – alla promozione della street art, facendone emergere le specifiche caratteristiche, quale la sua fruibilità universale e la capacità di esprimere, attraverso linguaggi contemporanei di grande immediatezza, messaggi con significativi contenuti culturali, politici e sociali“.

Nell’occasione si potrà visitare la mostra, aperta fino a domenica 17 febbraio, dedicata all’artista pisano OZMO, precursore della street art europea, allestita nei grandi spazi del Fortilizio, ove, salendo sulla sommità della Torre guelfa, si potranno ammirare gli straordinari panorami mozzafiato sulla città.

La mostra è curata da Gian Guido Maria Grassi e Alessandro Romanini e allestimento di Roberto Pasqualetti, realizzata da Start- Open your eyes, con il contributo del Comune di Pisa e della Fondazione Pisa e la collaborazione dell’Università di Pisa, della Fondazione Palazzo Blu e del Consiglio Regionale della Toscana. Per ulteriori info visitate la pagina facebook e il profilo instagram di Start -Open your eyes.

By