ALMA. È pisana la miglior professionista di sala

PISA – È la 19enne toscana Teresa Creatini, di Pomarance, il miglior studente in assoluto della VI edizione del Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie promosso da ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana: Corso che ha preso il via alla presenza dell’illustre maître Vincenzo Donatiello nel settembre dello scorso anno.

A poche ore dal diploma, la Creatini è già al lavoro: è stata infatti assunta presso l’Hotel “Monument” di Barcellona, dove ha svolto il periodo di stage. Complessivamente, sono 20 i neo professionisti dell’accoglienza formati da ALMA che si apprestano ad affrontare il mondo del lavoro: i diplomati – 13 uomini e 7 donne, provenienti da 12 differenti Regioni – vanno a impreziosire la schiera di 229.000 occupati nella professione (il 64% dei quali under 40), monitorati da Istat nella “Rilevazione Continua sulle Forze di Lavoro – media 2014-2016”. Secondo Excelsior, il Sistema Informativo realizzato da Unioncamere insieme al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ben il 77% di chi lavora in sala evidenzia ulteriori necessità di formazione: con il suo Corso – che ha una durata di sette mesi, tra fase residenziale e stage formativo – ALMA si propone proprio di dare una risposta a questa criticità, elevando la qualità del servizio di sala, che è un fattore fondamentale per il successo delle strutture ristorative. Particolarmente soddisfatta del percorso svolto dai ragazzi è Mariella Organi, maître de “La Madonnina del Pescatore” a Senigallia e membro del Comitato Scientifico di ALMA in cui presiede la didattica dell’Ospitalità: la Organi ha ricoperto il ruolo di giurata all’interno della commissione di esame.

Oltre a un corpo docente di livello assoluto che trova una perfetta sintesi nella figura del coordinatore Roberto Gardini, Sommelier Professionista, Maître e Wine Consultant con esperienza in alberghi di lusso e ristoranti stellati, ALMA offre ai propri studenti la possibilità unica di apprendere i segreti della professione in strutture di grande prestigio. Su un totale di 20 allievi, ben 7 sono stati accolti in ristoranti tre stelle Michelin, sia italiani (“Da Vittorio”, “Le Calandre”, “Dal Pescatore”, “Enoteca Pinchiorri” e “Piazza Duomo”), sia stranieri, come il francese “Les Troisgros” e il britannico “The Waterside Inn”. Altri 4 si sono misurati con ristoranti due stelle, come l’umbro “Vissani”, il lombardo “Miramonti l’Altro”, il britannico “Le Gavroche” e lo spagnolo “Lasarte – Monument Hotel”. Completano l’elenco delle strutture che hanno ospitato gli studenti ALMA i ristoranti stellati “La Palta”, “Esplanade”, “La Stüa de Michil”, “San Marco” e “Montecchia”, i ristoranti gourmet “Il Portico”, “Spazio Niko Romito” e “Cascina Guzzafame”, il luxury hotel veneziano “Bauer Palazzo” e Signorvino, che raggruppa 14 tra enoteche e wine shop in tutta Italia.

Mentre sono in pieno svolgimento la VII (i ragazzi partiranno nei prossimi giorni per le destinazioni di stage) e l’VIII edizione Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie, ALMA sta già progettando il percorso didattico della IX edizione: l’apertura del Corso è prevista per il prossimo 11 settembre.

By