Ambiente, dal 1^ gennaio attive le prime due CAM

PISA – Rivoluzione in due tappe per le cosiddette “Cam”, i centri di raccolta mobile destinati ai rifiuti speciali (quali lampade e toner di stampanti, ma anche pile, batterie di auto e vetro solo per fare qualche esempio) che entro la primavera prossima funzioneranno tutte 24 ore su 24 e in modo automatizzato, ossia senza la necessità di essere costantemente supportate dal personale della Geofor.

La prima tappa scatterà del 1° gennaio quando da una parte entreranno in funzione le due nuove Cam mobili automatizzate acquistate nei mesi scorsi dall’amministrazione comunale con un investimento di circa 280mila euro e che per i primi tre mesi saranno posizionate, rispettivamente, a Porta a Mare, in Largo Marinai d’Italia, e in Piazza Caduti di Cefalonia, in zona Piagge. E dall’altra saranno portate in officina le attuali tre “Cam” mobili non automatizzate, dove con un investimento di circa 100mila euro a carico dell’amministrazione comunale saranno realizzati tutti gli interventi di adeguamento necessari per automatizzarle entro la fine di febbraio. La seconda tappa della mini-rivoluzione, infatti, scatterà dall’inizio di marzo quando in città entreranno in funzione, complessivamente, cinque “Cam” mobili automatizzate dato che alle due acquistate di recente andranno ad aggiungersi le tre vecchie risistemate e anch’esse in grado di assicurare un servizio continuo tutti i giorni 24 ore su 23 e senza la necessità del supporto costante degli operatori di Geofor, un miglioramento non da poco del servizio e anche un risparmio significativo per l’amministrazione comunale dato che la spesa annua del servizio passerà dagli 250mila a circa 50mila euro l’anno.

In ogni caso non cambierà la tipologia di rifiuti che potrà essere conferita in questi centri di raccolta i quali, anche in versione automatizzata, resteranno comunque destinati ai rifiuti speciali. Nel dettaglio si tratta di lampade, batterie per le auto, vetro, flaconi vuoti, toner di stampanti, bombolette spray, pile, oli vegetali e apparecchiature elettriche non pericolose. Per tutte le altre tipologie di rifiuti, invece, rimangono a disposizione le quattro stazioni fisse attualmente in funzione che si trovano in via Pindemonte, nel quartiere di Pratale, in via del Gargalone, nell’area dei Navicelli, sotto Ponte alle Bocchette a Putignano e in via delle Giunchiglie a Tirrenia.

20131221-161051.jpg

By