Amichevole. Inter – Pisa 7-0. Cronaca e foto

MILANO – Al Giuseppe Meazza, la “Scala del Calcio” amichevole di lusso fra l’Inter ed il Pisa che si chiude con una goleada per l’Inter per mano della tripletta di Lautaro e la doppietta di Eriksen. Ad aprire le marcature è stato Lukaku, la seconda rete è stata realizzata da Gagliardini. Il primo tempo si è chiuso sul 6-0 per la squadra di Conte, nella ripresa molti cambi e ritmo blando. Divario più grande di quello che si poteva immaginare per il Pisa, che si è visto in attacco, solamente con una mezza rovesciata di Marconi nel primo tempo e un diagonale di Benedetti nella ripresa. Ma ci può stare con un avversario che si è andato ulteriormente a rinforzare rispetto allo scorso anno.

di Antonio Tognoli


LA STORIA. Il Pisa torna a Milano dopo oltre trent’anni. L’ultima volta nella stagione 1990 finì 6-3 per l’allora formazione di Giovanni Trapattoni. A decidere a Pisa invece un gol di Nicola Berti. Da allora ne è passata acqua sotto i ponti.

Il Museo di Inter e Milan all’interno del Meazza
Il Pisa fa il suo arrivo a San Siro
Inter e Pisa in campo

IL PRESENTE. Le due squadre si apprestano ad affrontare da protagonisti i rispettivi campionati di A e B. Antonio Conte getta nella mischia Eriksen come tre quartista, sceglie per la difesa a tre con D’Ambrosio, Bastoni e il nuovo acquisto Kolarov. Sulle corsie esterne spazio ad Hakimi e il ritrovato Perisic con Barella e Gagliardini centrali di centrocampo. In attacco spazio a Lukaku-Lautaro con Eriksen un passo più indietro al duo d’attacco. . Il Pisa di Luca D’Angelo che ha mantenuto lo zoccolo duro della scorsa stagione si presenta a questo appuntamento di lusso con Perilli fra i pali. Benedetti, Caracciolo e Varnier centrali, De Vitis davanti alla difesa, Birindelli e Lisi nel ruolo di esterni con Marin e Gucher nella posizione di incontristi. Davanti la coppia formata da Michele Marconi e Luca Vido. Mille gli spettatori sugli spalti invitati dall’Inter tramite i club.

I titoli di Milan e Inter

LA PARTITA. Le due squadre in campo con le nuove maglie. Pisa in maglia bianca, Inter con la maglia nerazzurra a zig-zag. Perilli sce subito sulla testa di Lukaku, mentre Vido sul ribaltamento di fronte brucia Kolarov sullo scatto, ma l’azione sfuma. Il primo angolo per l’Inter non ha esito.Al 4′ l’Inter passa Lautaro allarga per Perisic che pesca in mezzo Lukaku, che tutto solo desposita di piatto alle spalle di Perilli: 1-0. Il Pisa però non sta a guardare e risponde subito sull’asse Gucher – Marconi il quale si esibisce in sforbiciata come contro il Sassuolo, ma questa volta la palla termina a lato di un soffio. Al minuto 11 però la squadra di Conte raddoppia. Martinez se ne va di prepotenza sulla fascia sinistra, palla in mezzo per Lukaku che fa da sponda per Gagliardini, che con un destro potente fa secco Perilli: 2-0. L’Inter non si ferma e Gagliardini dalla destra opera un traversone al bacio per la testa di Lautaro Martinez il quale insacca alle spalle di Perilli: 3-0. Il Pisa è in bambola, l’Inter continua a spingere sull’accelleratore. Hakimi è il padrone della fascia destra. Al 20′ dai suoi piedi il traversone rasoterra che pesca Eriksen che incorcia il destro e trova l’angolo: 4-0. Risultato pesante per la squadra di mister D’Angelo di fronte ad un Inter veramente in palla. La squadfra di Conte sfiora la rete del 5-0 per due volte con Eriksen che galvanizzato dal gol costreinge al 28′ Perilli alla grande parata in angolo. Poco prima Kolarov da 25 metri su calcio di punizione sfiorava l’incrocio dei pali. La cinquina è rimandata al minuto 35′ quando Lautaro servito da lontano da Lukaku, salta Caracciolo s fa quaranta metri di campo rientra sul destro saltando De Vitis e mette alle spalle di Perilli: 5-0. La rete del 6-0 arriva appena sue minuti dopo. Sempre sull’asse Hakimi – Lautaro che con un tap-in facile facile batte Perilli. La prima frazione si chiude sul 6-0 per la formazione di Antonio Conte. Ad inizio ripresa prima Perisic e poi Lukaku sfiorano la settima rete con la palla che termina di poco alta sopra la traversa. Lisi al minuto 8 crossa da sinistra, ma non trova nessuno in mezzo. Ritmi molto più blandi nella ripresa. Nell’Inter al minuto 65 dentro contemporaneamente Salcedo, Pirola, Agoume, Alexis Sanchez e Dalbert., fuori la coppia Lautaroe – Lukaku oltre a Bastoni, Barella e Hakimi. Il Pisa intanto si vede con un destro in diagonale di Benedetti con palla che termina sul fondo. Al minuto 73 c’è spazio per il 7-0 per la fgormazione di Conte. Cross da destra di D’Ambrosio per la testa di Eriksen con la sfera che supera Loria, tocca il palo interno e termina in gol: 7-0. La stanchezza inizia a farsi sentire. A parte un aggancio volante di Sanchez e un tiro dal limite di Perisic non succede nulla.

Una panoramica di San Siro

INTER – PISA 7-0

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic (1′ st Radu 97); 33 D’Ambrosio, 95 Bastoni (20′ st Pirola 31), 11 Kolarov; 98 Hakimi (20′ st Dalbert 29), 23 Barella (20′ st Agoumé 32), 5 Gagliardini, 14 Perisic; 24 Eriksen; 9 Lukaku (20′ st Salcedo 19), 10 Lautaro (20′ st Sanchez 7). A disp. 27 Padelli, 6 de Vrij, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 15 Young, 37 Skriniar, 44 Nainggolan, Brozovic.
All. Antonio Conte.

PISA (3-5-2): 1 Perilli (1′ st 22 Loria); 2 Birindelli (1′ st 3 Pisano), 8 Caracciolo (1′ st 4 Belli), 14 Marin (30′ st 5 Pompetti), 19 Vido (1′ st 26 Masucci), 23 Lisi (30′ st 17 Sibilli), 24 Varnier, 27 Gucher (1′ st 7 Siega ), 30 De Vitis (1′ st 10 Soddimo), 31 Marconi (30′ st 11 Minesso), 33 Benedetti.
A disp. 12 Kucich, 15 Zammarini, 25 Masetti, 36 Fischer.
All. Luca D’Angelo.

ARBITRO: Bonacina della sezione Bergamo (Ass, Consonni e Bernasso)

RETI: 4′ Lukaku, 11′ Gagliardini, 15′ e 35′, 37′ Lautaro, 20′ e 73′ Eriksen

NOTE: Terreno in perfette condizioni. Spettatori 1.000. Angoli 6-0

By