Anche Pisa aderisce al Progetto “Fair Saturday” che coniuga arte e salute

PISA – Presentato mercoledì 21 novembre presso la sala stampa del Comune di Pisa l’evento che occuperà l’intera giornata di sabato 24 novembre, nell’ambito del  Progetto “Fair Saturday”, che si svolge in contemporanea in 120 città del mondo.

di Giovanni Manenti 
Nato con l’esigenza di diffondere la cultura come strumento per ripristinare quel livello di umanesimo che si è andato progressivamente perdendo in questi ultimi anni, “Fair Saturday” è un movimento culturale globale, aperto e partecipativo, in cui milioni di persone ed entità culturali si riuniscono ogni anno, durante l’ultimo sabato di novembre, per dare vita ad una giornata di riflessione in cui i cittadini hanno la possibilità di collaborare in progetti sociali di ampio respiro.
Per l’Italia è dunque la nostra città che si unisce a questo movimento globale grazie al Comune di Pisa, che assieme all’ISBEM – Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo partner ufficiale di “Fair Saturday” per l’Italia ha definito una serie di eventi, contribuendo significativamente a sviluppare tale modello operativo. Teatro della manifestazione sarà quest’anno Largo Padre Spadoni (zona Vecchi Macelli) dalle 10 alle 19,30 di sabato 24 novembre, il cui tema di fondo sarà l’utilizzo dell’arte come strumento per creare cultura all’interno di una problematica estremamente sensibile quale la salute dei cittadini.
Il tutto realizzato grazie anche alla collaborazione della Società della Salute Area Pisana, LILT(Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), Fondazione ARPA, Dipartimenti dell’università di Pisa, Pubblica Assistenza di Pisa, Confesercenti Toscana Nord e Compagnia degli artisti di Pisa e dell’Arno, dando così vita ad un evento itinerante a cui è stato dato il nome “Arte e Cultura in Salute“, con lo scopo di creare percorsi di prevenzione sanitaria attraverso spettacoli ed eventi culturali che utilizzano l’arte come strumento di comunicazione .
Dopo il saluto della Presidente della Società della Salute Gianna Gambaccini, si terranno una tavola rotonda sul ruolo delle associazioni quale asse di congiunzione tra Istituzioni e cittadini, una conferenza del Professore emerito Franco Mosca sul tema dell’importanza della comunicazione verso il paziente, unitamente, tra gli altri, ad ulteriori incontri aventi per oggetto i vaccini e le problematiche relative ad accessibilità ed ambiente, mentre sul lato dello spettacolo, si potrà assistere alla proiezione dei contributi degli artisti pisani, al pari di poter usufruire di un laboratorio dedicato alla scrittura creativa, così come assistere ad una storia a cura di Simona Lemmi.
L’aspetto più importante del progetto si riferisce al fatto che esso non troverà la sua conclusione  nella giornata di sabato prossimo, ma prevede ulteriori 5 appuntamenti a cadenza mensile con altrettante tappe nei quartieri delle Piagge, San Marco, San Giusto, Gagno e Marina di Pisa, così che anche le periferie possano essere raggiunte da questo importante progetto.
E’ un grande piacere aver collaborato ad un progetto che coniuga cultura e salute – dice l’assessore alle politiche socio abitative del Comune di Pisa Gianna Gambaccini – in quanto la salute è benessere fisico ma anche psichico della persona, che si può accrescere attraverso anche migliorando il proprio livello culturale, sottolineando con soddisfazione come questo Progetto non si esaurisca nella giornata di sabato prossimo ma si prolunga anche nei mesi successivi nei quartieri periferici, ivi compresa Marina di Pisa“.
Si tratta di un’iniziativa nata nel mondo come reazione al Black Friday – afferma l’assessore alla cultura del Comune di Pisa Andrea Buscemi – giornata tipicamente dedicata al consumismo, con un appuntamento che rivaluta la cultura, l’arte e la salute attraverso un contenitore che rivaluti altri aspetti della persona umana, la sua sensibilità ed un approccio corretto per non cadere nel degrado e l’imbarbarimento della società odierna“.
Iniziativa nata lo scorso anno alla quale Pisa ha aderito organizzando una giornata all’insegna di arte – afferma Vincenzo Rizzo – cultura e salute affinché si possa portare un messaggio diretto ai vari strati sociali sul tema della prevenzione ed un corretto stile di vita attraverso anche i nuovi canali di comunicazione, la scrittura creativa e l’arte, affinché questo Progetto non si esaurisca sabato prossimo, ma divenga un percorso itinerante con ulteriori tappe a carattere mensile nei quartieri più periferici”.
By