Ancora Don Giovanni, con la Scuola dello Spettatore “Un uomo senza nome” al Teatro Verdi

PISA – Proseguono gli appuntamenti di “Una gigantesca follia – DonGiovanniFestival”, questa volta con una performance teatrale.

Dopo lo studio sul Dom Juan di Molierè, andato in scena ai primi di gennaio, ecco infatti una seconda proposta della Scuola dello Spettatore, il nuovo progetto del Teatro Verdi di Pisa volto a promuovere incontri e tematiche legate agli spettacoli in cartellone.

image

Venerdì sera (13 febbraio ore 21), nella sala Titta Ruffo del Teatro Verdi, il Laboratorio della Scuola dello Spettatore condotto da Lorenzo Maria Mucci sarà in scena con “Un uomo senza nome”, liberamente tratto da El burlador de Sevilla di Tirso De Molina. I partecipanti al laboratorio hanno lavorato in questi mesi sul testo di Tirso De Molina mettendo in luce due aspetti che sembrano stare a cuore al monaco spagnolo, primo creatore della figura del celebre libertino: da una parte un aspetto che potremmo definire di ‘critica sociale’, con il ritratto di una società dedita a imbrogli e scherzi crudeli, a commerci lussuriosi di cui Don Giovanni non è che il campione che eccelle ed emerge su tutti ma che tutti rappresenta. “Un uomo senza nome” appunto. Dall’altro, un aspetto legato alla drammaturgia del testo e cioè lo stretto connubio tra comico e tragico che rendono El burlador de Sevilla un capolavoro del barocco Firma questa performance Lorenzo Maria Mucci, vi hanno lavorato su e ne sono i protagonisti Gabriele Burchi, Matteo Carpita, Margherita Cavalli, Vittorio Garofalo, Matilde Genovesi, Andrea Presotto, Rossella Trapani. I biglietti costano 12 euro (ridotto studenti 7 euro) e sono in vendita venerdì stesso al botteghino del Teatro Verdi (orario di biglietteria; dalle 16 alle 19). Per informazioni tel 050 941111 e www.teatrodipisa.pi.it

By