Ancora polemiche sulla chiusura del Lungomare di Marina di Pisa. Interviene Nerini di “Noi adesso Pis@”

Pisa – Un tema ricorrente negli ultimi tempi, quello della chiusura del Lungomare di Marina di Pisa, su cui spesso si è parlato di temporanea sospensione prima della realizzazione del progetto di riqualificazione.

Interviene in merito, il capogruppo di “Noi adesso Pis@”. Come si legge:

“Sarà anche una raccolta apolitica, ma ha da subito trovato l’appoggio  solo per  visibilità di alcune forze locali,.

Sarà anche senza l’appoggio delle istituzioni, ma siamo fuori da ogni contesto democratico, esisterebbe un CTP1 che si occupa della vita del quartiere.

Sarà anche senza il sostegno delle associazioni di categoria, ma  tutto è fatto per mettere zizzania tra i commercianti

Cosa resta allora? Solo il coinvolgimento dei “proprietari di seconde” e qui si sprecano i conflitti d’interesse…tanto tanto si vorrà incidere sui  prezzi delle case sul Lungomare?

Nel merito poi della chiusura del Lungomare sono almeno 30 anni che è “sperimentale”per tutte le sere dell’estate, per tutte le domeniche e i giorni di festa e i dati sono leggibili per chi li vuole saper leggere

Ma poi se non si capisce che “Piano particolareggiato di riqualificazione del Lungomare” non è “progetto”, ma una “previsione urbanistica”, forse è il caso di fare un bagno d’umiltàa partire dall’uso di verbi  come “costringere” che fanno rabbrividire e sanno di dittatura.

Se  qualcuno invece ha tantissimi soldi da investire, la cui provenienza sarebbe da appurare, presenti non progetti esecutivi e non architettonici …con i “rendering“ presi a prestito si va poco lontano.

Infine con la corposa raccolta delle firme del 5 % della popolazione del quartiere, invito i promotori a candidarsi alle prossime elezioni… sempre se non ritengano la politica una cosa “sudicia”.”

By