Ancora un blitz in Via Abba a Porta a Lucca

PISA – La Polizia Municipale ha condotto nella mattinata di mercoledì 6 maggio l’ennesima operazione di sgombero dell’immobile di proprietà comunale in via Abba a Porta a Lucca.

Il blitz è stato eseguito dal personale della Municipale coadiuvato dai volontari dell’associazione Nogre che si sono occupati di prendere in affidamento il cane presente nell’immobile, poi consegnato al canile sanitario. A seguito dello sgombero è stata fatta intervenire immediatamente Avr a ripulire la struttura e l’area verde intorno. L’accesso all’immobile è stato poi nuovamente murato e sono state installate cancellate in ferro, saldate e murate per impedire nuovi accessi dalle finestre.

Tengo a sottolinearespiega l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonannoche questo è il settimo intervento di sgombero che la Polizia Municipale esegue in questo immobile, sempre nei confronti della stessa persona. Si tratta di un soggetto ben noto alle forze dell’ordine e negli ambienti giudiziari, destinatario del provvedimento di obbligo di firma giornaliero presso i Carabinieri di Pisa, come pena detentiva alternativa disposta dal Tribunale di Pisa per reati di spaccio. Ricordo che la struttura era già stata interdetta con la muratura dell’ingresso ed era già stata affidata alla Magistratura dei Mattaccini, che stava aspettando la fine del periodo di emergenza sanitaria per entrare in possesso dell’immobile”.

Ho disposto stamani questo nuovo intervento – prosegue l’assessore – che ha portato non soltanto all’allontanamento dell’occupante, denunciato, peraltro, all’autorità giudiziaria per occupazione abusiva di immobile, ma anche alla custodia del cane (tra l’altro non di proprietà della persona allontanata) ed alla pulizia dell’area. Insieme ai Carabinieri di Pisa, e voglio, a tal fine, ringraziare il Comandante della Compagnia della nostra città, Salvatore Leone, abbiamo operato una bonifica intera dell’area, con l’ausilio dei cani antidroga, compresa la zona circostante, dove era parcheggiato un camper abbandonato, che i residenti segnalano come sede di spaccio. Questo intervento dimostra ancora una volta, come la sottoscritta e questa Amministrazione siano attente e pronte a dare risposte concrete alle segnalazioni dei cittadini, con interventi tempestivi ed incisivi, al fine di garantire tutela e sicurezza e restituire, come in questo caso, un luogo di importante aggregazione per la comunità. Proseguiremo a presidiare la zona per verificare che non si verifichino altri episodi di spaccio o microcriminalità. Ringrazio ancora una volta gli agenti e tutto il corpo della Polizia Municipale per il lavoro che stanno continuando a portare avanti con grande senso di responsabilità, nonostante spesso i risultati del loro sacrificio siano vanificati da una legislazione nazionale che non riesce ad assicurare alla giustizia chi compie reati di spaccio.”

By