Andrea Ferrante incontra i commercianti: “Gli imprenditori pisani hanno bisogno di risposte concrete”

PISA – Meno parole e più fatti concreti su sicurezza, decoro, accoglienza, turismo, mercati, litorale.

image

E’ questa la richiesta che i vertici di ConfcommercioPisa hanno rivolto al neo assessore al commercio di Pisa Andrea Ferrante durante un incontro svoltosi presso la sede dell’associazione. Federica Grassini, presidente di ConfcommercioPisa, si è fatta interprete dello stato d’animo di grande preoccupazione delle imprese pisane: “Facciamo impresa in una città dalle mille risorse ma anche dalle tante difficoltà. I problemi che affrontiamo ogni giorno sono tantissimi e con il passare degli anni non sono stati risolti. Il nostro compito è quello di raccoglierli e segnalarli ha chi ha il potere di risolverli”.

Entrando più nel dettaglio, la numero uno di ConfcommercioPisa ha evidenziato alcuni tra i punti più urgenti: “sicurezza e maggiore percezione di sicurezza, lotta all’abusivismo commerciale e alla contraffazione ormai istituzionalizzati, risoluto no ai quartieri ghetto e alle licenze facili, accoglienza turistica integrata tra tutti gli operatori del commercio, della cultura e del turismo, differenziazione dei punti di accesso alla città, una programmazione lungimirante degli eventi, interventi seri di riqualificazione sul litorale pisano”.

All’incontro sono stati presenti Alessandro Trolese, presidente del Centro Storico, Fabrizio Fontani, presidente di Conflitorale, Franco Palermo presidente della Fiva. “Non intendo promettere ciò che non realizzerò” – ha spiegato l’assessore Ferrante – “dobbiamo stabilire delle priorità di intervento, a partire dagli strumenti a disposizione e misurando di volta in volta i risultati raggiunti”.

Il ringraziamento a Ferrante è giunto dal direttore di ConfcommercioPisa Federico Pieragnoli: “Grazie per la disponibilità dimostrata. E’ il momento di rimboccarsi le maniche, per risolvere prima possibile le questioni più urgenti che affliggono le imprese”.

By