Andrea Nuti prende il posto del padre Ivo nel consiglio di amministrazione di Sat

PISAAndrea Nuti prende il posto del padre Ivo, da poco scomparso, all’interno del consiglio di amministrazione di SAT  che gestisce l’aeroporto di Pisa.

Una nomina che avviene per cooptazione dopo la morte, lo scorso 5 febbraio, del grande imprenditore capostipite di una ‘dinastia’ di industriali che sta proseguendo l’attività del fondatore della Ivo Nuti spa.

“Andrea Nuti – si legge in una nota di SAT – ha dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza ex art. 148, comma 3, del D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 (T.U.F.), di non possedere i requisiti previsti dall’articolo 3 del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana e di non detenere azioni di SAT S.p.A.”.

Ivo Nuti era il principale socio privato di Sat attraverso la Finatan, la holding finanziaria di famiglia che detiene il 24% delle quote. Due anni fa la Finatan acquistò dalla Cassa di Risparmio di Lucca, Pisa e Livorno (gruppo Banco Popolare) una quota del 6,05% di Sat, che fece salire la sua partecipazione dal precedente 17,96 al 24% della compagine sociale, governata da un patto di sindacato pubblico.

Andrea è dottore commercialista, mentre gli altri fratelli lavorano in azienda, sono Fabrizio attuale presidente, e Riccardo.

Il dottor Andrea, 52 anni, ha acquisito negli anni esperienza a livello internazionale e bancario, ha lavorato anche nell’ambiente finanziario della Borsa di Milano. In ambito bancario è stato nel cda della Cassa di Risparmio di San Miniato fino al 2007, nel Banco di Lucca fino al 2009 e nella Banca Antonveneta (gruppo Monte dei Paschi) fino a febbraio 2011. Inoltre da commercialista è stato nel collegio sindacale della Pelletteria Enny di Cerreto Guidi, poi chiusa.

By