Andrea Serfogli: “Sicurezza e lavoro le priorità”

PISA – Il candidato a sindaco di Pisa per il centrosinistra Andrea Serfogli ha presentato lunedì sera alla Stazione Leopolda, il programma di governo della città mentre martedì ha visitato il quartiere de I Passi. 

“Noto che le mie affermazioni sul contratto di governo tra Lega e Movimento Cinque Stelle hanno causato reazioni scomposte. Questo nervosismo si spiega solo col fatto che io abbia colto nel segno. I nostri programmi sono agli antipodi: da una parte ci sono loro, che promuovono il rischio di bloccare opere fondamentali per lo sviluppo di Pisa e del territorio. Dall’altra ci siamo noi, col nostro programma civico-politico che mette al centro la risoluzione concreta dei problemi reali dei cittadini, di cui ogni giorno raccogliamo proposte, critiche e incoraggiamenti. Non temiamo il confronto con i cittadini, il cui benessere e la cui felicità devono essere gli obiettivi principali dell’azione di governo, soprattutto locale.

Per giunta, le reazioni di cui sopra sono state espresse dall’onorevole Ziello, commissario politico del candidato a sindaco della destra leghista, e questo deve far riflettere. Ed è la dimostrazione che Conti, candidato con la più forte anzianità in Consiglio comunale a Pisa, dipende da Roma e non difende la nostra città”.

“Sicurezza e lavoro, come già annunciato da settimane, sono i punti principali di un programma completo e complesso, perché crediamo che per dare risposte concrete ai cittadini sia fondamentale saper interpretare la complessità del presente. E Pisa è una città complessa, che per essere amministrata ha bisogno di preparazione, non di improvvisazione e soluzioni facili, destinate a restare annunci elettorali.

Ma il programma poggia anche sull’importante concetto secondo cui nessuno deve restare indietro. Che vuol dire lotta alla povertà promuovendo l’inclusione sociale”.

“I quartieri non devono sentirsi esclusi dal cuore pulsante della città, perché, ripeto, non esistono periferie.Porta a Lucca presenta delle criticità per quel che riguarda la sicurezza idraulica e infatti annuncio nei prossimi giorni che partiranno i lavori – per un totale di 2,4 milioni di euro – per risolvere una volta per tutte il problema degli allagamenti, uno dei più sentiti della zona. In estate sarà completato il progetto del terzo lotto, poi via ai lavori. Il percorso di confronto con il comitato è stato importantissimo, direi decisivo.

Per la sicurezza urbana prevediamo l’installazione della videosorveglianza anche qui. Assieme all’aumento dei vigili urbani nel quartiere, il percorso verso una sicurezza integrata e diffusa continua con successo.

Una proposta che ritengo importante è la sostituzione dei pini di viale Giovanni Pisano con essenze arboree meno invasive e il rifacimento della pista ciclabile, mentre è già stato finanziato ed è in programma il prolungamento della pista ciclabile del viale fino a via Falcone e Borsellino, con la realizzazione di una rotatoria tra viale Giovanni Pisano, largo Duca d’Aosta e via fratelli Rosselli: un intervento importante per la qualità della viabilità del quartiere, che si unisce all’intervento sull’illuminazione della pista ciclabile in via XXIV Maggio e via Tino di Camaino”.

“Il quartiere de I Passi – prosegue Serfogli – deve tornare a sentirsi parte integrante della città, e non vissuto come un quartiere dormitorio o di passaggio. Migliorare e favorire la creazione di luoghi di aggregazione è il primo passo verso la ripopolazione del quartiere in tutte le ore del giorno, favorendo l’apertura di nuove attività. A breve, infine, i lavori di riqualificazione del quartiere grazie ai finanziamenti del Piu”.

By