Andrea Testa, portiere dell’Aquila in esclusiva a Pisanews: “Mi aspetto un Pisa combattivo ma noi ce la giocheremo alla grande”

PISA – La sfida importante di domenica con l’Aquila all’Arena, si sta avvicinando a grandi passi e noi abbiamo voluto sentire una pedina importante della compagine di Mister Giovanni Pagliari, il portiere Andrea Testa, un veterano che domenica scorsa nella partita con il Lecce è stato premiato dalla società abruzzese per aver collezionato 100 presenze.

Tre anni e mezzo di militanza nella squadra abruzzese, un uomo spogliatoio. Storia parallela a quella del nostro Ciccio Favasuli

Andrea Testa e’ marchigiano di Macerata, dove ha avuto i natali l’11 giugno 1990. Testa è alto cm.1,84 e pesa kg.63 e prima di giungere a L’Aquila, dove si trova dal 2010 ha militato prima nel Tolentino e nel Morro D’Oro (provincia di Tèramo) compagini dei dilettanti, quindi ciò fa capire i passi da gigante di questo validissimo portiere.

Allora, Andrea nel darti con grande piacere il benvenuto su Pisanews.net ti chiedo subito che sensazioni hai provato ad essere stato premiato dalla tua società per il raggiungimento delle cento presenze con la maglia aquilana?

“Indubbiamente sono stato contento perché’ ho avuto questo attestato di fiducia da parte della società e dei tifosi aquilani che mi premiano di questi anni che sono qui”.

Oltre alle tue indiscusse capacita’, ti senti di ringraziare qualche persona in particolare per questo prestigioso traguardo?

“Si’ voglio ringraziare il direttore generale Ercole Di Nicola che ha sempre creduto in me e mi ha voluto qui a L’Aquila”.

Adesso parlaci un po delle tue caratteristiche come portiere…

“Diciamo che sono molto agile fra i pali, mentre nelle uscite devo ancora migliorare,ma me la cavo anche li”

Domenica avete affrontato il Lecce che sta scalando posizioni in classifica, secondo te può ancora ambire alla promozione diretta?

“Secondo me si, anche perché siamo solo all’inizio di questo girone di ritorno ed otto punti di distacco dalla vetta della classifica non sono tanti e poi ho visto una squadra quadrata anche se ha fatto un tiro ed ha fatto gol e si è portata via l’intera posta”.

Parlaci un po di questo Aquila. Con che spirito verrete a Pisa?

“Lo spirito è quello di una squadra unita che gioca meglio fuori casa e cercherà di vincere per non farsi scavalcare. Non dico che faremo risultato, pieno ma ce la giocheremo senz’altro alla grande”

Che Pisa ti aspetti?

“Sicuramente un Pisa combattivo specialmente ora col cambio dell’allenatore i giocatori tireranno fuori il loro orgoglio e poi la squadra nerazzurra è un buon complesso da temere: un mix fra giocatori giovani ed alcuni esperti,penso a gente come Napoli, Arma, Martella, Giovinco. Poi,personalmente,conosco David Simoncini. Con lui ho avuto un rapporto stretto, so che si sta ritagliando un po’ di spazio e son felice per lui e mi farà piacere rivederlo domenica”.

Il tuo sogno nel cassetto?

“Il sogno sarebbe quello di arrivare in serie A il portiere poi generalmente ha una carriera più lunga, quindi ci può essere tutto il tempo per arrivare dove ogni giocatore aspira”.

Te la senti di dare un giudizio sui tuoi colleghi portieri di questo girone?

“Partendo dal Pisa Pugliesi è un portiere affermato con qualità indiscusse, Provedel ha delle qualità e poi un 94 che gioca già in C/1 titolare è sicuramente un portiere di prospettiva. Mi ha impressionato Koprivec del Perugia e Perrucchini del Lecce”.

Il Primo posto in classifica e’ già assegnato al Perugia secondo te?

“Assolutamente no perché ci sono otto punti fra la prima, che è il Perugia ed il Lecce. In testa di sono le squadre più titolate per vincere il campionato e sono Perugia, Frosinone, Lecce ed io aggiungerei anche il Catanzaro”.

L’Aquila dove la collochi?


“Noi siamo una buona squadra per affrontare i playoff e se continuiamo a stare uniti e determinati possiamo giocarceli alla grande”.

SOTTO IL PORTIERE DE L’AQUILA ANDREA TESTA (foto abruzzoweb.it)

20140116-002305.jpg

By