Andria Bat – Pisa 1909 1-1: Rizzo risponde a Innocenti

PISA – L’Ac Pisa 1909 esce con un buon pareggio dallo stadio “Degli Ulivi” di Andria al termine di una gara ben giocata e a tratti anche dominata nella ripresa dai ragazzi di mister Alessandro Pane. Rizzo pareggia l’iniziale vantaggio di Innocenti.

Il Pisa si presenta al secondo impegno in campionato con due defezioni. Non ci sono Mingazzini per squalifica e Suagher per infortunio. Mister Pane torna al 3-5-2 iniziale. Rozzio sostituisce Suagher. In campo contemporaneamente Fondi e Barberis per dare quantità alla zona nevralgica del campo. Davanti confermata la coppia Tulli-Perez. L’Andria presenta un cauto 4-4-2 con Arini e Giorgini a fare da diga a centrocampo e Taormina e Comini sulle corsie esterne. Davanti la coppia Innocenti-Mascolo. Ad Andria giornata di sole, con temperatura vicina a trentacinque gradi. Circa cinquanta i supporters nerazzurri presenti nel settore ospiti dello stadio “Degli Ulivi”.

La partita. Pisa in completo giallo, pantaloncini neri, calzettoni gialli, Andria con la classica maglia azzurra. Parte forte la squadra di casa, provando ad imporre grande ritmo al match con i due esterni Taormina e Comini che fannno un grande movimento. Il Pisa si limita ad occupare (bene) gli spazi e a ripartire con un grande pressing. I nerazzurri dopo i primi minuti di studio conquistano due corner, che però non hanno esito. Al 16′ però Giorgino scalda le mani a Sepe che mette in angolo. Sul corner da destra arriva il vantaggio pugliese con Innocenti che di testa beffa tutti e devia alle spalle del portiere nerazzurro: 1-0. Un gol d’esperienza per l’attaccante pugliese (il più anziano in campo), che rende in salita la partita della squadra di mister Pane. Il Pisa sembra accusare il colpo. Al 23′ Sabato sbaglia un pallone in fase di appoggio e favorisce la conclusione di Innocenti che termina però sul fondo. Al 24′ i nerazzurri rispondono finalmente con una conclusione a rete. Punizione di Favasuli dalla sinistra, testa di Perez, Rossi blocca facilmente. Il Pisa però si scuote e crea più di un pericolo all’Andria che tra il 33′ e il 35′ si salva fortunosamente. Da due corner calciati da Sabato arrivano due nitide palle gol per i nerazzurri. La prima è una coclusione di Colombini salvata con il corpo da un difensore andriese, mentre la seconda costringe Rossi ad una super parata su una rasoiata di Amedeo Benedetti. L’Andria è in bambola, il Pisa però non sfrutta il buon momento. Su un recupero di Favasuli a centrocampo, Barberis lancia Buscè in contropiede che anzichè tirare cerca di mettere in mezzo e la sfera sfuma in angolo. Il finale del primo tempo è a favore dei nerazzurri che cercano invano il pareggio. Al 44′ Tulli elude l’intervento di due avversari e scarica per Benedetti che mette in mezzo, laddove Buscè di testa mette alto. Niente di fatto dunque. Si va al riposo con la squadra pugliese in vantaggio con il minimo sforzo.

Il secondo tempo. Non ci sono sostituzioni ad inizio ripresa nelle due formazioni. La partenza è buona per il Pisa che al 3′ ci prova con una conclusione dai 20 metri da parte di Perez che termina sul fondo con Rossi però che è parso sulla traittoria della sfera. L’Andria è guardinga e copre bene tutti gli spazi in una seconda frazione che prende il via a ritmi blandi. All’8 su una situazione di calcio d’angolo i pugliesi sono pericolosi con Innocenti che di testa ancora una volta anticipa la difesa nerazzurra, ma questa volta la sfera fortunatamente per i nerazzurri termina a lato.  Il Pisa però risponde subito: traversone da destra di Buscè, colpo di testa di Perez e palla sul fondo. Buona iniziativa dei nerazzurri. All’11’ per i nerazzurri ci prova dalla distanza Rozzio, ma il suo sinistro finisce sul fondo. Al 15′ ci prova Favasuli dai sedici metri con il suo sinistro a scendere che termina di un soffio. Al 16′ mister Pane passa al 4-3-3. Dentro Rizzo e Gatto, fuori Fondi e Rozzio. Cosco opera subito la contromossa al 17′: dentro il francese Lanteri, furi l’argentino Comini. Ma al 21′ c’è un altra grande occasione per il Pisa. Punizione di Sabato dalla sinistra, colpo di testa di Perez con Rossi che si allunga e compie un altro grande intervento. Al 23′ finisce sulla lista dei cattivi anche Rizzo. Pochi minuti dopo entra anche Scappini. Pane rischia il 4-2-4. I frutti li porta Rizzo al 35′ quando riesce finalmente a deviare in rete il corner di Sabato: 1-1 e parità ristabilita. Il Pisa ci crede a questo punto e Favasuli al 41′ con un sinistro potente costringe al grande intervento Rossi che mette in angolo. Dopo tre minuti di recupero finisce in parità al “Degli Ulivi”.

You may also like

By