Antenne, il Sindaco Michele Conti incontra il Comitato Residenti di Santa Maria

PISA – Nei giorni scorsi si è svolto a Palazzo Gambacorti un incontro tra il Sindaco di Pisa, Michele Conti, e il Comitato dei residenti di Santa Maria, rappresentato dal Presidente, Francesco Pozzi, e dal Vicepresidente, Paolo Mioni, sulle più recenti criticità nel quartiere. Era presente anche il consigliere comunale Giovanni Pasqualino.

Il Comitato ha segnalato anzitutto che nel raggio di un chilometro, in pieno centro storico, si trovano ben tre antenne per la telefonia riferite a distinti gestori, che preoccupano per gli effetti sulla salute dei cittadini. Due antenne sono collocate su strutture recettive alberghiere poste l’una di fronte all’altra, che si trovano in Via S. Maria. Un’altra è collocata a poca distanza in Via Volta (angolo Via Roma).

Il Comitato, anche alla luce delle misure di verifica annunciate dal Sindaco per una analoga situazione nel quartiere del Cep, ha chiesto di disporre rilievi aggiornati presso le abitazioni dei cittadini per valutare l’esposizione di questi ultimi alle onde elettromagnetiche e di “condividere” le stazioni radioelettriche “per tutelare l’ambiente e la salute pubblica” e ridurre l’inquinamento elettromagnetico, come previsto dal Codice delle Telecomunicazioni.  Il Comitato ha espresso forti perplessità sulle installazione di tali imponenti antenne, collocate a poche decine di metri da Piazza del Duomo, tutelata dall’Unesco come patrimonio dell’umanità, ben visibili nel percorso di accesso da Via Santa Maria.

Il Sindaco ha dichiarato di comprendere le preoccupazioni dei cittadini e di essere contrario all’installazione di antenne vicino alle abitazioni, oltre che in luoghi di particolare pregio storico-artistico. Occorre tuttavia accelerare la revisione del piano delle antenne, fermo al 2006, che non prevede questi limiti, compreso quello di condividere le stazioni radioelettriche, aggiornandolo alle esigenze di oggi nell’interesse dei cittadini. Proprio per questo è già stata creata una task force che coinvolgetutti gli uffici competenti del Comune di Pisa che sta lavorando sugli aspetti tecnici.

E’ comunque favorevole ad ordinare, nel frattempo, una nuova misurazione tramite centraline all’interno delle abitazioni private per stabilire se sono stati superati i livelli consentiti.

Il Comitato di Santa Maria ha poi sostenuto che la collocazione delle bancarelle lungo il percorso turistico centrale, prevista dal nuovo Piano di gestione del sito Unesco, è incompatibile con le motivazioni che hanno determinato la loro esclusione dalla Piazza del Duomo, sotto la tutela internazionale dell’Unesco.

Il sito infatti comprende anche tutti gli “assi visivi” creatisi nel tempo che consentono di ammirare i singoli elementi della piazza: da Sud lungo Via Santa Maria, da Est attraverso la Piazza Arcivescovado e sempre da Est lungo la Via Torelli (ora Via Cardinal Maffi).

Ne consegue, secondo i residenti, che né in Via Santa Maria né in via Cardinal Maffi né, a loro avviso, in Via Roma possono essere collocate bancarelle che ostacolerebbero il libero godimento della piazza, oltre a creare ulteriori difficoltà per la diminuzione delle superfici libere.

Il Sindaco Conti ha fatto presente che, comunque, l’approvazione del Piano di gestione del sito Unesco assicura la conservazione e la valorizzazione dei monumenti di Piazza del Duomo, ma anche la definizione della “buffer zone” intorno al sito, che comprende tutto il centro storico di Pisa, ed è il risultato di un grande gioco di squadra. Il Piano prevede anche la regolamentazione di tutte le attività del commercio – in sede fissa ed ambulante – nelle aree esterne alla “core area”. Quindi le bancarelle, nelle strade indicate, saranno poche e si cercherà di ridurne al minimo il numero, ma soprattutto saranno temporanee in attesa di soluzioni definitive diverse.

Segnali positivi su altri punti che interessano molto i residenti: verranno quanto prima concessi i “Permessi gratuiti temporanei per persone in condizioni di malattia o disabilità temporanea”, contenuti nel Programma di mandato del Sindaco. Conti ha poi ricordato che, come richiesto dai comitati cittadini, sono in corso di completamento le procedure per l’installazione dei controlli in uscita della Ztl che consentiranno di sanzionare gli abusi e renderanno più vivibili i quartieri interessati.Il Comitato ha sollecitato anche il rilascio ad ogni residente di un numero di permessi annuali finalizzati alle visite di assistenza o di relazione (voucher).

Il Comitato ha evidenziato che è ancora in sospeso il provvedimento del Comandante della Polizia municipale, che deve attuare l’accordo raggiunto dal Comitato di Santa Maria, nel novembre scorso, con l’assessore alla Mobilità Dringoli di uniformare gli orari di accesso e sosta della Zona A) a quelli della zona B), dell’Area pedonale del Duomo, causa di disagi ai residenti che abitano in prossimità della Piazza, per le operazioni di carico e scarico. Il Sindaco ha assicurato che solleciterà la sua adozione, cercando di capire le ragioni del ritardo.

Infine, di fronte alla intenzione manifestata dai cittadini privati a collocare a proprie spese telecamere in rete con le Forze di polizia per un maggior controllo del territorio, connessa asgravi fiscali circa i tributi comunali, il Sindaco ha dichiarato la sua disponibilità, che tuttavia fa parte di un progetto definitivo coordinato dal Prefetto di Pisa, competente in materia.

By