Antonello Zucchi in esclusiva a Pisanews: “Arena cornice di pubblico emozionante. Moscardelli miglior attaccante della categoria, fa reparto da solo”

PISA – La vittoria esterna del “Moccagatta” ha ridato entusiasmo a tutto l’ambiente nerazzurro anche se non c’è tempo di potersela gustare più di tanto perché mercoledì 12 dicembre alle ore 20,30 il Pisa scenderà di nuovo in campo, stavolta fra le mura amiche per affrontare un Arzachena penultima in classifica e reduce da una sconfitta a Piacenza per 3 a 1 dove malgrado il passivo a livello di reti non ha affatto sfigurato andando in vantaggio per prima e tenendo bene il campo. Pisanews ha contattato telefonicamente il responsabile dell’area tecnica del l’Arzachena Antonello Zucchi, classe1979, ormai da 10 anni nella società sarda, 8 dei quali in serie D e gli ultimi 2 in serie C.

                                                                           di Maurizio Ficeli 
D. Grazie Direttore, per la sua disponibilità, che aria si respira da voi anche alla luce degli ultimi risultati? 
R. “La situazione ad oggi è questa, pochi punti classifica allarmante, però siamo fiduciosi in una ripresa della squadra, che bisogna dire è cambiata tanto rispetto all’anno passato , stiamo pagando una situazione a livello di errori di gioventù e di infortuni che non ci ha consentito di scendere in campo con una formazione stabile che desse una certa continuità“.
D. Avevate messo in conto queste difficoltà? 
R. “Sapevamo che questo girone era tosto, con piazze importanti e nel quale, rispetto allo scorso anno u,il livello si è indubbiamente alzato“.
D. Venite da una sconfitta per 3 a 1 a Piacenza, che gara è stata e come avete visto i biancorossi piacentini?
R. “È stata una buona gara interpretata bene da noi tanto che siamo passati anche in vantaggio per primi poi alcuni errori e dei gol presi su palle inattive ci hanno condannato. Malgrado questo abbiamo tenuto bene il campo al cospetto di un Piacenza che vale la pena ricordarlo è secondo in classifica“.
D. Nel turno infrasettimanale di mercoledì prossimo in notturna  affronterete all’Arena Anconetani un Pisa rigenerato da una vittoria esterna in casa della Juventus U23, che informazioni ha sulla compagine nerazzurra? 
R. “Stiamo parlando anzitutto di una grande squadra e di una piazza importante a livello di pubblico e di tifo.Il Pisa lo abbiamo già incontrato all’Arena nella gara di Coppa Italia anche se in occasione di quella partita Mister Luca D’Angelo attuo’ del turn over. Ripeto,squadra importante che punta ai primi 5 posti. E poi avere nella rosa un giocatore del calibro di Moscardelli la dice tutta perché a mio avviso è il miglior attaccante del girone,fa reparto da solo“.
D. Con quale spirito state preparando questa gara con il Pisa?
R. “Il mister la sta preparando come fa sempre per qualsiasi partita, con molta serenità e con il rispetto che si deve ad un avversario come il Pisa“.
D. Se la sente di fare un pronostico su questa gara?
R. “Un pronostico non è facile poterlo fare. Dico solo che la nostra squadra dovrà scendere in campo concentrata cercando di eseguire ciò che chiede il mister al cospetto di uno stadio come l’Arena dove ci sarà una bella cornice di pubblico e questa è una cosa emozionante che abbiamo potuto vedere lo scorso anno e che colpisce visto che noi ad Arzachena siamo una piccola realtà“.
D. Guardiamo la testa della classifica, chi vede favorite? 
R. “Secondo me se la giocano Carrarese ed Entella che mi hanno colpito più di tutte e giocano un bel calcio“.
D. Mentre riguardo all’Arzachena come vede la situazione in futuro?
R. “L ‘Arzachena per potersi salvare non dovrà guardare quale avversario affronta e se questo è in testa od in coda alla classifica, ma dovrà sempre giocare con tutte le squadre a viso aperto per incamerare più punti possibili in chiave salvezza“.
SI RINGRAZIA PER L’INTERVISTA DARIO ADUASIO ADD.STAMPA ARZACHENA CALCIO
By