Antonio Obbedio a “Il Nerazzurro”: “Le difficoltà societarie hanno pesato sulla squadra. Con la famiglia Gentili una grande organizzazione”

PISA – Nella trasmissione “Il Nerazzurro” di GTV, condotta da Massimo Marini, fra i tanti ospiti, era presente un giocatore protagonista di una bella annata in maglia nerazzurra: si tratta di Antonio Obbedio di origine foggiana, protagonista di del campionato che portò il Pisa a giocarsi lo spareggio di ritorno per andare in B, contro l’Albinoleffe nella “fatal Bergamo”. Adesso svolge il ruolo di direttore sportivo alla Lucchese.

di Maurizio Ficeli

https://www.facebook.com/pisanews.net/?ref=bookmarks (clicca qui per vedere le foto della serata)

“Sono stato fortunato a giocare in squadre con società importanti “- esordisceObbedio – ma l’organizzazione che c’era con la signora Gentili -Mian era di altra categoria. Fu una stagione importantissima, purtroppo conclusasi con la “fatal Bergamo “, tra l’altro città dove risiedo tutt’ora”.

Nel vedere in studio due rappresentanti del comitato di tifosi che raccoglie i fondi per aiutare il Pisa ad uscire da questo impasse Obbedio dice: “Nel mondo del calcio ci sono pochi imprenditori sani, e purtroppo, quelli non sani si buttano alla ricerca di società in difficoltà, quindi è un bene che ci siano tifosi che si facciano da garanti”.

Ad Obbedio è stato chiesto un parere sulle attuali prestazioni della squadra nerazzurra: “Sì, un pò c’è da preoccuparsi, la squadra è vero subisce poco, ma crea anche poche occasioni da rete. Le difficoltà societarie hanno certamente pesato a livello di rinforzi di mercato e praticamente ci sono i soliti giocatori che hanno vinto il campionato di serie C, i quali vanno avanti grazie all’aspetto motivazionale datogli da Mister Gattuso”.

La foto è di Giorgio Tognetti

By