Anziani in casa, come agevolare la permanenza

PISA – Una criticità comune a monte famiglia che inizia a fare capolino quando una persona di famiglia raggiunge determinati limiti di età: come fare per consentire una permanenza il più possibile comoda ed agevole all’interno degli spazi abitativi.


Persone anziane, con mobilitò ridotta, con una forma pur minima di disabilità possono diventare difficili da gestire. Favorire la loro permanenza a domicilio, nella casa dove hanno trascorso una buona fetta della propria vita, è un qualcosa di importante anche per garantire una buona salute mentale.

Cosa si può fare quindi per agevolare la permanenza di persone anziane o con mobilità motoria all’interno della loro abitazione? Sono diverse le misure che possono essere prese in considerazione, si parte sempre dall’eliminazione delle cosiddette barriere architettoniche, ovvero di tutti quegli elementi spesso presenti in spazi comun, come ad esempio una tradizionale rampa di scale, che possono rappresentare un impedimento per persone avanti negli anni o con disabilità.

Come superare le barriere architettoniche

Una necessità amplificata ulteriormente in questo momento storico di pandemia, con il lock down che impone di trascorrere intere giornate tra le proprie mura di casa. E se non si viene messi nelle condizioni di totale sicurezza e comodità, i problemi possono essere diversi.
Una delle barriere architettoniche che maggiormente può rendere difficoltosa la vita di persone anziane è la presenza di una rampa di scale; che sia dentro la propria abitazione o condominiale, può diventare un ostacolo invalicabile. Problematica che può essere risolta ad esempio con un mini ascensore per interni, di quelli non eccessivamente invasivi e che possono essere installati anche direttamente dentro una abitazione, nel caso di ambiente su più piani e con una rampa di scale.  

Soluzioni per restare nella propria casa in età avanzataAltra soluzione di cui si parla spesso con riferimento alla necessità di supportare persone anziane non autosufficienti a restare in casa, l’assistenza sul luogo. Essere quindi aiutati direttamente presso la propria abitazione da personale qualificato; poter contare su supporto in materia di servizio piccole spese, pagamenti di bollette, pulizie da effettuare ecc…

In sostanza le soluzioni ci sono, spesso non le si conosce o non si ha modo di approfondirle con il supporto della autorità sanitarie competenti. Rimedi che consentono a persone anziane di restare a casa, di trascorrere il resto della propria vita tra le proprie cose, tra gli oggetti ai quali si è legati. Fattore che, spesso e volentieri, aiuta la persona anziana a vivere di più, sicuramente a vivere meglio.

By