Anziani non autosufficienti, badanti più sicure e un nuovo sportello

PISA – In arrivo una semplificazione per le famiglie della provincia di Pisa che ricorrono alle badanti per l’assistenza domiciliare. Dall’inizio del prossimo anno, insieme agli sportelli già attivi dei centri per l’impiego e delle Società della Salute, ci saranno sportelli aggiuntivi a cui ci si potrà rivolgere per avere informazioni e fare le pratiche per richiedere l’assistenza delle badanti.

E tutti adotteranno le stesse procedure. «Il bando per la gestione di questi sportelli, uscito a luglio, è in via di affidamento e i servizi partiranno a breve» – spiega l’assessore provinciale Anna Romei. «Tra i servizi aggiuntivi quelli di Igea, agenzia di lavoro accreditata che potrà, su richiesta delle famiglie, occuparsi di tutte le pratiche relative ai contributi e quant’altro concerne il rapporto di lavoro».

Questo il contenuto del protocollo firmato in Provincia di Pisa: a illustrarne i contenuti,insieme ad Anna Romei: Rocco Damone direttore generale Usl 5, Verter Tursi portavoce per il Forum Terzo Settore, Sandra Capuzzi presidente della Società della Salute dell’Area Pisana, David Spalletti (assessore al sociale di San Miniato) per la Sds del Valdarno, Simone Lonzi (assessore al sociale di Volterra) per Sds Valdicecina, e infine Donatella Donadel, Chiara Pecorini e Pietro Cataldo della Provincia di Pisa. Il pool promotore comprende inoltre Sds Valdera, Unione Comuni Valdera e Unione Comuni Valdicecina.

«Inoltre, grazie al contributo della Regione, in Provincia abbiamo appena finito di formare 300 badanti sull’assistenza agli anziani non autosufficienti» ha continuato Anna Romei

Qual è il vantaggio per le famiglie di rivolgersi a uno degli sportelli accreditati? «Innanzitutto c’è una garanzia di qualità. E poi le famiglie possono accedere alle agevolazioni previste nei casi di basso reddito e assistenza di non autosufficienti, che possono andare da 500 a più di 1200 euro, a seconda di reddito e gravità della non autosufficienza» spiega Chiara Pecorini del servizio lavoro e sociale della Provincia. La mappa degli sportelli già attivi.

Quante sono le badanti in provincia di Pisa? «Quelle accreditate sono circa 3.500» dice la dirigente Donatella Donadel. In totale quelle ufficiali sono circa 6000 (dato gennaio 2012). «Ma bisogna considerare che da sempre c’è molto nero e molto grigio. Questa iniziativa è un altro passo che va a favore di chi segue le regole» ha commentato Anna Romei.

Fonte: pisainformaflash (Raffaele Zortea)

20131122-120518.jpg

By