Aritmologia. Pisa si conferma centro leader per l’Europa. Summit di esperti alla Sant’Anna

PISA – Fibrillazione atriale silente, ablazioni, aritmie ventricolari, lettura dell’elettrocardiogramma nella prevenzione della morte improvvisa giovanile, innovazioni nella terapia con dispositivi impiantabili.

image

E soprattutto le più avanzate frontiere nell’estrazione transvenosa degli elettrocateteri cardiaci difettosi o infetti, settore in cui la scuola pisana vanta un ruolo da apripista avendo cominciato diversi anni fa con una tecnica poi adottata in tutto il mondo e risultati oggi eccellenti. Sono solo alcuni degli argomenti che verranno affrontati nel corso del congresso annuale “Luci in Aritmologia 2015” (10 e 11 settembre, Scuola Superiore Sant’Anna – inizio alle 8.30) organizzato dalla dottoressa Maria Grazia Bongiorni, direttore dell’Unità operativa di Cardiologia 2 dell’Aoup e che, tutti gli anni, raduna a Pisa i massimi esperti del settore a livello nazionale e internazionale per fare il punto sullo stato dell’arte in una disciplina in continua evoluzione, che ha visto importanti progressi sia sotto il profilo diagnostico che terapeutico.

Nella prima giornata verranno presentate le novità tecnologiche e terapeutiche riferite alle varie anomalie del ritmo cardiaco, attraverso l’esperienza dei principali esponenti italiani del settore. La seconda giornata, invece, coincide appunto con il terzo workshop internazionale su “Lead management and extraction”, in pratica il “core business” dell’aritmologia pisana avendo sperimentato qui a Pisa la procedura mini-invasiva (con accesso dalla vena giugulare, femorale o succlavia) che, tramite approcci venosi multipli, permette di dilatare con appositi strumenti, guidati dalla fluoroscopia, le aderenze alle parti organiche dell’apparato di elettrostimolazione cardiaca deteriorato, e di estrarlo in piena sicurezza. Verranno quindi discussi casi clinici emblematici sulle varie tipologie di situazioni che si presentano all’aritmologo, a cui spetta decidere l’approccio più idoneo da adottare. A rafforzare questo filone di discussione ci sarà la Lecture tenuta dalla professoressa Carina Blomstrom-Lundqvist sul Registro europeo ELECTRa, istituito nel 2012 dalla EHRA-European Heart Rhythm Association, società di cui la Bongiorni è attualmente Chair, per “censire” tutti i pazienti sottoposti a estrazione transvenosa di elettrocateteri nei vari Paesi europei, valutarne il follow-up ai fini della sicurezza della procedura, a breve e lungo termine, e definire gli standard legati alle tipologie di pazienti. Questo registro europeo, che ha visto l’Italia in prima fila, fa capo proprio a Pisa, a testimonianza del ruolo di centro leader che riveste l’aritmologia pisana. Infine, per favorire la formazione dei più giovani, il comitato organizzatore ha anche istituito una gara di elettrocardiografia, al termine della prima giornata, nell’ambito della quale i partecipanti si cimenteranno in una sfida per interpretare tracciati enigmatici di elettrocardiogrammi presentati da esperti. Per potervi partecipare sarà necessario seguire tutte le sessioni dell’evento formativo. Il vincitore sarà premiato al termine della manifestazione

By