Arriva il Gioco del Ponte in scatola creato da Luca Macelloni. Da oggi in vendita nella tabaccheria “Stile Toscano”

PISA – Arriva il gioco in scatola del Gioco del Ponte. Come veri strateghi, i giocatori dovranno scegliere quale magistratura mandare sul Ponte e addirittura quale tecnica di spinta adottare, a seconda delle proprie forze e di quelle dell’avversario.

Il gioco è stato realizzato da Luca Macelloni, combattente che fino allo scorso anno ha militato nella magistratura di San Martino: “Ho cominciato a pensare alla versione in scatola del Gioco cinque anni fa con l’intento di far entrare tutti in quel mondo fatto di sfide, astuzie e strategie che stanno dietro il sudore e la fatica dei combattenti. Quindici versioni, diversi prototipi e tante notti insonni dopo, ecco il risultato”.

Da oggi, lunedì 7 aprile, il gioco si trova in vendita nella tabaccheria “Stile Toscano” nell’Aeroporto Galilei. La scelta del primo negozio non è casuale: le manifestazioni storiche sono sempre più legate alla promozione turistica della città.

A presentarlo l’Assessore alle manifestazioni storiche Federico Eligi “Una bella idea per diffondere la cultura e la conoscenza del Gioco”. L’amministrazione comunale ha concesso il logo ufficiale del Gioco e riceverà in cambio una percentuale sulle vendite “che sarà utilizzata per continuare a sostenere e valorizzare il Gioco del Ponte”, spiega l’assessore. Nei prossimi giorni il gioco si troverà anche in altri negozi di Pisa e dintorni.

IL CONTENUTO. Il gioco è composto di tabellone, fiches, carte e riproduzioni del carrello e dei combattenti delle 12 magistrature realizzati in polvere di alabastro e dipinti a mano da maestri figurinai di Bagni di Lucca, nel rispetto di una tradizione che risale al XIV secolo.

COME SI GIOCA. I giocatori rappresentano le due Parti in cui è divisa la città, Tramontana e Mezzogiorno. Ogni giocatore gestisce le Magistrature della propria Parte assegnando a ciascuna un determinato valore assoluto in termini di capacità di spinta. Con l’uso di carte il giocatore sceglie quali possibili strategie utilizzare e adotta la tecnica di spinta più adeguata alle proprie forze ed a quelle dell’avversari. Come nel vero Gioco, il giocatore decide quale magistratura mandare a combattere e come nella realtà dovrà fare i conti con le astuzie dell’avversari. La combinazione delle scelte delle Magistrature in combattimento determinerà l’avanzamento o la retrocessione del Carrello sul Ponte. La prima scatola è stata acquistata dal magistrato del San Michele Alessandro Trolese.

20140407-185352.jpg

By