Arriva “Pisa Cartoons”: e Piazza la Pera si trasformò in un cartone animato

PISA – Sarà una piazza della Pera completamente trasformata, per una volta invasa dall’allegria delle famiglie, teatro di un pomeriggio, sabato 26 aprile, all’insegna dei cartoni animati e del divertimento per bambini.

Grazie a Pisa Cartoons, l’evento organizzato e promosso da ConfcommercioPisa con il contributo del comune di Pisa. Disegni, pitture, giochi e spettacoli, nutella party e workshop acrobatici, con le mascottes di Batman, Spiderman, Peppa Pig, hello Kitty, Topolino, Bugs Bunny a creare scompiglio e divertimento. Ci sarà un fumettista del calibro di Andrea Paggiaro, pisano, conosciuto come Tuono Pettinato, collaboratore di riviste come XL, Animals, Linus, illustratore di vari libri per l’infanzia, oltre ad aver realizzato le biografie a fumetti di Galielo Galieli e Giuseppe Garibaldi. Muniti di tinte e cappine da pittore, tra un disegno e l’altro, oltre alle dimostrazioni dal vivo di Tuono Pettinato, i bambini potranno scattare una foto insieme alla mascotte preferita, fornita da Bimbo Planet, assistere al workshop acrobatico dell’associazione Asante Kenya Eventi, farsi un bel trucco grazie ai clown dell’associazione Ridolina, prima di approfittare del Nutella Merenda organizzato dalla Pasticceria Giordano e Siamo Fritti. Gran finale, con lo spettacolo teatrale “Un baule troppo animato” di Paolo Bianca e Serena Mariotti. Alla fine, per chiudere in bellezza, le famiglie potranno trascorrere la serata a cena in uno dei ristoranti che ha aderito all’iniziativa, che per l’occasione hanno creato un menù kids a 4 euro: ristorante La Pergoletta, Ir Tegame, La Clessidra e Galielo.

Federico Pieragnoli, direttore di ConfcommercioPisa lancia Pisa Cartoons, ricordando come “la fattiva collaborazione tra più soggetti, associazione di categoria, amministrazione comunale, ristoranti e pubblici esercizi, ha reso possibile realizzare questo evento dedicato alle famiglie, in uno dei luoghi simbolo del divertimento giovanile. E’ questo un modo diverso di pensare e vivere questa come altre piazze, attraverso un utilizzo il più possibile coinvolgente degli spazi pubblici per cittadini e famiglie, che meritano di riappropriarsi di luoghi che dovrebbero appartenere a tutti e di cui tutti debbono poter usufruire”

.

20140422-170529.jpg

20140422-170614.jpg

By