Ascoli – Pisa 1-0. Decide Cavion. Seconda sconfitta consecutiva per i nerazzurri

ASCOLI – Un gol di Cavion decide la sfida fra Ascoli e Pisa che si chiude sull’1-0 per i bianconeri. Per larghi tratti un Pisa rimaneggiato dalle molte assenze per squalifica ed infortuni ha tenuto testa ad un avversario al completo ed in forma.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Nel Pisa ancora tanti assenti. Tra i convocati torna Masucci ma l’attaccante di Baiano parte dalla panchina. Mister D’Angelo che deve fare a meno di Gucher, Birindelli e Marin schiera Fabbro vicino a Pinato in attacco con Minesso in posizione di tre quartista. Mister Paolo Zanetti risparmia il bomber Ardemagni che parte dalla panchina e schiera in attacco Da Cruz e Scamacca. Pisa nella consueta maglia verde da trasferta, Ascoli in completo nero.

IL PRIMO TEMPO. Nei primissimi minuti meglio il Pisa che sfiora il gol al minuto 9 con una punizione di Liotti che Leali devia in angolo. Lisi quando avanza da sempre l’impressione di essere pericoloso. Fabbro fa molto movimento in avanti recupera molti palloni, ma sembra piuttosto solo. Di tanto in tanto l’Ascoli si vede con Scamacca e Da Cruz dalle parti di Gori, ma sono molte le imprecisioni dei bianconeri. Al minuto 19 è Cavion dopo un uno-due con Da Cruz calcia sul fondo. Il Pisa risponde con un tiro cross di Pinato deviato in calcio d’angolo. L’Ascoli è pericoloso ancora con Da Cruz che di testa mette però alto sopra la traversa. La gara è molto equilibrata, il Pisa seppur rimaneggiato fa la sua figura. Al 26′ su un angolo ben calciato da Pinato Leali è costretto ad usare i pugni. Da Cruz fa ancora venire i brividi alla difesa del Pisa con un colpo di testa che termina sul fondo. Al minuto 35 ci prova Scamacca ma il suo destro dal limite termina altissimo. Al minuto 41 l’Ascoli va in gol con Piccinocchi ma l’arbitro giustamente annulla per fuorigioco. Sacrosanta la decisione dell’arbitro. Poco dopo lo stesso Piccinocchi finisce sul taccuino dell’arbitro per un fallo su Fabbro. Sono quattro i minuti di recupero concessi nella prima frazione. Il primo tempo di chiude a reti bianche.

IL SECONDO TEMPO. La ripresa inizia con i medesimi schieramenti. I padroni di casa partono all’arrembaggio. I nerazzurri soffrono le incursioni di Scamacca e Da Cruz. Pinato si becca il giallo. L’Ascoli ci prova al minuto 8 con Petrucci ma la sua conclusione termina sul fondo. È un buon momento per l’Ascoli. Da Cruz pennella un traversone da sinistra per la testa di Scamacca che schiaccia verso Gori che però è attento e blocca. Intanto a bordo campo si scalda Moscagol. Il Pisa al minuto 59 guadagna un bel calcio di punizione dal limite con Fabbro. Sulla sfera a calciare va Liotti, ma il suo sinistro termina di poco alto sopra la traversa. Intanto scintille fra Brosco che rifila una manata a Fabbro che cade in area. L’arbitro richiama entrambi ma lascia correre. Nell’Ascoli intanto entra Ardemagni al posto di Piccinocchi al minuto 17. L’Ascoli però passa al minuto 67 quando Andreoni dalla destra lascia partire un traversone per Cavion che in mezza rovesciata scaraventato alle spalle di Gori: 1-0 per l’Ascoli. D’Angelo subito dopo il gol si affida a Siega e richiama Pinato. Ma è ancora l’ Ascoli con Scamacca con un destro a giro a far venire i brividi a Gori. Al minuto 70 dentro per il Pisa Moscardelli che rileva Ingrosso. Il Pisa però soffre il buon momento ascolano. Ardemagni sfiora il palo con un altro colpo di testa. Nel Pisa intanto ridisegnato da mister D’Angelo entra anche Di Quinzio al posto di Liotti. Nell’Ascoli fuori Scamacca dentro Gerbo al minuto 33. Al minuto 81 Siega dalla destra mette in mezzo per la testa di Moscardelli anticipato da Leali. Poco dopo ci prova anche De Vitis dal limite dopo un bel fraseggio con lo stesso Siega. Il Pisa ci prova. Nel frattempo mister Zanetti richiama Andreoni e inserisce Troiano. Dalla distanza al minuto 84 ci prova Moscardelli ma il suo destro termina a lato. Il Pisa ci prova con Siega sulla destra che mette una bella palla tesa che la difesa spazza. I nerazzurri rischiano in contropiede con Gori che para in due tempi un destro di Cavion. I nerazzurri escono sconfitti per la seconda gara consecutiva. Peccato perché per larghi tratti il Pisa ha tenuto testa ad un avversario al completo.

ASCOLI – PISA 1-0

ASCOLI: Leali, Andreoni (85′ Troiano), Brosco, Gravillon, Padoin, Cavion, Petrucci, Brlek, Piccinocchi (62′ Ardemagni) Scamacca (78′ Gerbo), Da Cruz. A disp. Lanni, Valentini, D’Elia, Novi, Rossetti, Scorza, Chajia, Beretta.
All. Paolo Zanetti

PISA: Gori, Aya, Ingrosso (70′ Moscardelli), Lisi, Benedetti, Verna, Minesso, De Vitis, Liotti (76′ Di Quinzio), Fabbro, Pinato (68′ Siega). A disp. D’Egidio, Perilli, Belli, Moscardelli, Giani, Masucci, Fischer. All. Luca D’Angelo.

ARBITRO: Rapuano di Rimini (Ass. Raspollini di Livorno e Perrotti di Campobasso). Quarto uomo :Di Martino di Teramo

RETI: 67′ Cavion

NOTE: serata fresca, terreno in buone condizioni. Ammoniti Piccinocchi, Pinato, Liotti. Angoli 3-4. Rec pt 4′, st 5′.

Nella foto sopra gli oltre 300 tifosi nerazzurri presenti al Del Duca di Ascoli

By