Assegnato dal Rotary Club Pisa il “Paul Harris” alla direttrice dell’Hospice Angela Gioia

PISA – Servire la comunità e il territorio pisano contribuendo con le migliori professionalità al suo sviluppo e alla sua crescita. E’ la rinnovata mission del Rotary Club Pisa, che nei suoi 85 anni di storia, attraverso le personalità che ne hanno fatto parte (a cominciare dagli indimenticati Tristano Bolelli, Vincenzo Consoli, Natalrigo Guidi  e Umberto Ardito)  ha contribuito allo sviluppo culturale e sociale della collettività.

E proprio in quest’ottica nei giorni scorsi si è tenuta la cerimonia del passaggio del collare della presidenza dal dottor Tommaso Strambi, giornalista e caporedattore del Superdesk Attualità del Qn-Quotidiano Nazionale, al Professor Gino Dini, ordinario di Tecnologie e Sistemi di Produzione dell’Università di Pisa. Alla serata erano presenti il governatore del Distretto 2071 Giampaolo Ladu e i presidenti degli altri Club service cittadini.

Nel suo intervento Strambi ha tracciato un bilancio, assai positivo, del mandato appena concluso. A cominciare dal progetto che più contraddistingue il Rotary Club Pisa: il Premio Internazionale Galileo Galilei e ricordando la nuova sfida che il Rotary Club Pisa ha lanciato, pochi giorni fa, con MixPisa: un laboratorio di idee per favorire e sostenere con un piano strategico l’universo delle startup. “Vogliamo diventare anticipatori del futuro – ha ricordato Strambi-, con una scommessa che renderemo ancora più competitiva istituendo il premio “MIX Innovazione”: nel 2020, per la sua prima edizione, sarà assegnato alle start up capaci di creare progetti innovativi nel settore sociale”.

Mentre l’azione internazionale del Club è proseguita con il progetto denominato «The pancreatic surgical”, che si prefissava l’obiettivo di sostenere una borsa di studio per un giovane chirurgo dell’équipe del professor Luca Morelli, allievo del professor Franco Mosca, e intitolata alla memoria dell’ingegner Benedetto Orvietani. Strambi ha concluso il suo saluto annunciando un nuovo progetto di sostegno psicologico a favore dei minori che hanno subito un lutto in collaborazione con l’Associazione “Il Mandorlo” e conferendo alla dottoressa Angela Gioia, direttrice dell’Hospice di Pisa  e all’avvocato Nicola Giorgi, presidente della Banca Popoalre di Lajatico e past president del Rotary Club Pisa il “Paul Harris Fellow”, la massima onorificenza del Rotary.

Da parte sua il neo presidente Dini, nel sottolineare i grandi risultati raggiunti dal Consiglio Direttivo guidato da Tommaso Strambi, ha annunciato che la sua annata sarà ispirata al tema del presidente internazionale Mark Daniel Maloney “connettere il mondo”.

Il professor Gino Dini sarà affiancato nel corso dell’annata rotariana dal nuovo consiglio direttivo composto dai vice presidenti Gianluca De FeliceMarco Santochi, dai consiglieri Aurelio CostaMichele Froli, dal tesoriere Andrea Mattolini, dal prefetto Tommaso Fabbrini, dal segretario Tommaso Menchini Fabris, dal past president Tommaso Strambie dal presidente incoming Sandro Sgalippa.

By