Asta di Beneficenza: le maglie dei grandi campioni del calcio ai bambini della Stella Maris

PISA – Le maglie dei grandi campioni donate ai piccoli campioni della Stella Maris. E’ questo lo “Slogan” della manifestazione indetta sabato 11 febbraio prossimo presso l’Agriturismo Zara di via del viadotto, presentata stamane agli Organi d’Informazione presso la “Sala Stampa” di Palazzo Gambacorti, alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Pisa, Salvatore Sanzo, e del Presidente della “Fondazione Stella Maris”, Giuliano Maffei.

di Giovanni Manenti 

E’ un modesto Alessandro Birindelli ad introdurre l’argomento, limitandosi a dire che “il mio contributo all’iniziativa è stato solo quello di recuperare numeri telefonici amici per ottenere dalle varie Società di Calcio il maggior numero di maglie possibile, tutte autografate dai rispettivi giocatori il cui nome appare sul retro, mentre devo veramente ringraziare sia l’Assessore Sanzo che Fabrizio Fontani per la fattiva collaborazione fornita”.

Ben diverso il contributo dato dal Presidente di Stella Maris, Giuliano Maffei, il quale dichiara” nel sentirmi onorato nel sedere in mezzo a due Campioni quali Sanzo e Birindelli, per cui abbiamo tutti tifato davanti ai teleschermi sia per le gare di Coppa Campioni o di Olimpiadi che fossero, cosa di cui ringrazio la mia attuale carica, non posso che partecipare a tuti voi come, in questi anni di Presidenza nelle strutture di Calambrone e San Miniato, io abbia potuto cogliere l’aspetto fondamentale della nostra attività, e cioè come il dolore e la sofferenza possano trasformarsi in sentimenti di bontà e benevolenza qualora tutti noi si sia in grado di mettere l’amore e l’aiuto verso il prossimo quali valori al centro della nostra esistenza, per far sì che si possano risolvere le anche più difficili e complesse problematiche quotidiane”. “L’idea di mettere all’asta maglie di calciatori famosi”, ha poi proseguito Maffei, “era nata già lo scorso anno, ma poi si è concretizzata solo ora in coincidenza con il progetto della costruzione del nuovo Ospedale per bambini in zona Cisanello, per il quale contiamo di poter porre la prima pietra a fine estate, con ultimazione dei lavori nell’arco temporale di 30/36 mesi”. “Tengo infine a precisare”, ha concluso il Presidente, ” che i nostri bambini, per le loro problematiche, non possono certo giocare a calcio, però sono in grado di trasmettere un grande entusiasmo, dimostrato anche quando sono stati ospiti all’Arena Garibaldi, ed è pertanto quanto mai importante che le Società di calcio siano in grado di testimoniare la loro vicinanza e solidarietà a questi piccoli meno fortunati dei loro coetanei, attraverso iniziative come questa”.

E’ quindi la volta di Fabrizio Fontani, quale rappresentante di Confcommercio, prendere la parola per, innanzitutto, precisare “che quanto detto da Alessandro (Birindelli, ndr) non corrisponde a verità, in quanto è stato lui l’artefice primo dell’iniziativa, e non certo un semplice comprimario come vuol far credere (ride) ed è poi motivo di grande orgoglio, sia mio personale che dell’Associazione che rappresento, l’aver coinvolto due Campioni di tale calibro nel “progetto” Stella Maris”. “Mi sia altresì consentito di rimarcare”, prosegue Fontani, “come sino a pochi anni fa, Stella Maris fosse poco conosciuta in ambito anche locale, oppure usata in termine che non mi vergogno a dire quasi dispregiativo per evidenziare un luogo per soggetti anche emarginati, oggi invece, grazie anche ad iniziative di questo tipo, può uscire allo scoperto pubblicizzando le attività svolte a favore di bambini disagiati e più sfortunati di altri che non devono sentirsi esclusi dai contesti di Scuola e Società, bensì parte attiva ed integrante grazie al contributo di umana solidarietà da parte di ciascuno di noi”.

Per ultimo, tocca all’Assessore Sanzo concludere l’incontro, il quale esordisce con un “ringrazio per le belle parole spese nei precedenti interventi nel ricordo del mio passato sportivo, ma, per restare al presente, un ringraziamento particolare lo devo fare ad Alessandro per la disponibilità e l’impegno profuso, che ne testimoniano l’indubbio valore umano.” “Il significato di questa iniziativa”, prosegue Sanzo, “è da inquadrare nell’ottica di raccogliere fondi in favore di chi è più sfortunato di noi, ed in questo caso un plauso va alla fattiva collaborazione di Confcommercio e di Fabrizio Fontani in particolare, al quale, come sapete, mi lega un rapporto di profonda amicizia e di cui non posso che condividere appieno le parole pronunciate, quando cita le differenze tra “il prima ed il dopo” dell’attività della “Fondazione Stella Maris”, anche rispetto al progetto in atto relativo alla costruzione della nuova Struttura Ospedaliera, tendente a favorire sia l’accoglienza dei bambini stessi che dei loro familiari”.

COME SI ARTICOLA L’EVENTO. Come indicato in premessa, lo tesso si svolgerà sabato 11 febbraio prossimo presso l’Agriturismo Zara di via del Viadotto n. 8 a Pisa e sarà costituito da una cena con inizio alle ore 20,00 al prezzo di €. 25,00 a persona, cui farà seguito, dalle 21,30 in poi, l’asta di beneficienza di oltre 20 maglie autografate di Campioni della nostra Serie A – anticipiamo qualche nome, Buffon, Icardi, Higuain, Bernardeschi, De Rossi e Di Natale – nonché di divise nerazzurre di ex giocatori del Pisa, con la sorpresa di un “banditore d’eccezione” di cui non è stato svelato il nome, in quanto non ha ancora assicurato al cento per cento la propria presenza.

I posti disponibili sono circa 110 e per prenotazioni, sino ad esaurimento degli stessi, occorre rivolgersi al numero di cellulare 338-6941536, chiedendo di Enrico.

Affrettarsi dunque, per non correre il rischio di essere esclusi, e non dimenticate di portarvi dietro Carte di Credito e Bancomat vari, eh …..

By