Attivo lo sportello antiviolenza a Vicopisano

VICOPISANO – È attivo da oggi lunedì 18 giugno, lo sportello antiviolenza itinerante e con sede anche a Vicopisano, gratuito e rivolto a tutte le donne, presentato lo scorso 7 giugno in Sala Consiliare dal Sindaco Juri Taglioli e dall’Assessore alle Pari Opportunità Valentina Bertini, che sarà gestito dalla Casa della Donna di Pisa.

Basterà comporre il numero del “Telefono donna” della Casa della Donna ( 050/561628, dal lunedì alla domenica, ore 10.00-13.00 e 16.00-18.00, martedì 10.00-18.00 con una segreteria telefonica attiva 24 ore su 24) e prendere un appuntamento (per maggior informazioni sulle attività e sui servizi della Casa della Donna e prendere un appuntamento a Vicopisano o in uno degli altri cinque sportelli attivati da altrettanti Comuni della Zona, in totale riservatezza e anonimato.
“L’apertura dello sportello a Vicopisano rientra, infatti,  nell’ambito del Programma Antiviolenza Pane e Tulipani,  promosso e gestito dalla Società della Salute Pisana e co-finanziato dalla Regione Toscana _ dice il Sindaco _ insieme, nella nostra zona, ad altri cinque collocati a Calci, Crespina-Lorenzana, Fauglia, San Giuliano Terme e Vecchiano”.

“Il programma Pane e Tulipani è nato dai tavoli di coordinamento territoriale, ai quali hanno preso parte i soggetti della rete contro la violenza di genere della provincia di Pisa. L’obiettivo è quello di rafforzare la collaborazione con i centri , di allargare la rete e di migliorare i servizi, anche grazie a un sistema condiviso” _  spiega l’Assessora alle Pari Opportunità Valentina Bertini.

Dall’ultimo rapporto sulla violenza di genere in Toscana risulta che su 101 femminicidi registrati in tutta la regione, dal 2006 al 2016, Pisa è seconda (15) dopo Firenze (27) per numero di uccisioni. Il Centro di Pisa è il secondo in Toscana rispetto al numero di donne con 2.242 che hanno chiesto aiuto dal 2009 al 2017 e, solo nel 2017, sono state ben 100 le donne provenienti dai Comuni della zona pisana (in particolare il numero più alto, 21, avevano residenza a Cascina, a seguire c’erano San Giuliano Terme e Vecchiano).

“Con questo sportello itinerante _ spiega Carla Pochini, presidente della Casa della Donna _ potremmo offrire un servizio più capillare sul territorio.”
“E’ importante sottolineare _ aggiunge Giovanna Zitiello – coordinatrice del centro antiviolenza della Casa della Donna _ che i colloqui avveranno in spazi capaci di garantire riservatezza enonimato. Il servizio è gratuito e aperto a tutte le donne”.

By