Autrice pisana vince il primo premio al Niguarda di Milano

SAN GIULIANO TERME – Martedì 17 dicembre, presso la sala Dino Buzzati del Corriere della Sera a Milano, si è svolta la premiazione del concorso letterario ‘L’insolito Ospedale’, indetto dal Niguarda.

L’’iniziativa è stata promossa nel mese di luglio in occasione dell’80° anniversario dell’Ospedale Niguarda di Milano,per raccogliere voci, fantasie, riflessioni e parole intorno alla malattia, alla medicina, alla cura e al luogo dove migliaia di percorsi umani si intrecciano: l’ospedale.

A moderare l’evento Luigi Ripamonti, editorialista del Corriere Salute, che ha presentato insieme a Marco Bosio, Direttore Generale di Niguarda, e Maria Frigerio, Direttore Cardiologia 2 e Insuff. cardiaca e Trapianti, i dodici racconti finalisti.

Al concorso hannopartecipato operatori sanitari, medici, infermieri, di Niguarda e di altre strutture, ma ad aggiudicarsi il primo premio è stata Simona Fruzzetti, autrice pisana residente a San Giuliano Terme, con il racconto “Come si fa negli ospedali”.

La sua opera, una storia vera da lei vissuta personalmente, è riuscita a convincere la giuria composta da giornalisti, medici, scrittori, nonché lo stesso Direttore Generale del Niguarda ed emozionare il nutrito pubblico presente alla serata.

Le motivazioni della giuria riguardo al racconto dell’autrice:

Dalle prime righe del racconto entriamo in empatia con i personaggi, così veri, così comuni. Colpisce l’atmosfera delicata, quasi sospesa al di sopra dell’agitazione del personale attorno al malato, l’affetto della vecchia coppia, lui così malato, lei così rassegnata. Chiunque sia stato in ospedale non può’ non rivivere nelle pagine del racconto un’esperienza personale. Quante volte si ripensa a qualcuno che abbiamo visto soffrire accanto a noi e che non riusciamo a dimenticare, quante coppie come quella dei due anziani signori tornano in mente, i particolari possono essere diversi, ma la storia è quella, perché è così che si fa negli ospedali.

È possibile leggere il racconto della vincitrice sul sito del Niguarda: https://www.ospedaleniguarda.it/

By