I bambini Saharawi accolti a Palazzo Gambacorti

PISA – Sono stati ricevuti questa mattina a Palazzo Gambacorti i dieci bambini saharawi ospiti del programma di accoglienza realizzato dal Comune di Pisa, dal Comune di San Giuliano Terme e dalla Società della Salute, in collaborazione con la Consulta Comunale del Volontariato di San Giuliano e con il Centro Sportivo Italiano di Pisa.

Ad accoglierli nella Sala Regia Sandra Capuzzi e Alessandro Campani, rispettivamente presidente e direttore della Società della Salute della zona pisana e assessore alle politiche sociali del Comune di Pisa, e Giuseppina Lotti, consigliera del Comune di San Giuliano Terme. Un incontro nel corso del quale hanno ricevuto zaini, materiale scolastico e una maglietta di Pinocchio, donati loro dalla Conad.

I bimbi, 7 femmine e 3 maschi, hanno tutti 10 anni, sono arrivati a Pisa il 2 luglio e saranno ospiti della scuola materna di Ghezzano fino al 15, quando partiranno alla volta dei Comuni di Siena, Greve in Chianti e Grottaminarda (Campania), in un percorso che li terrà in Italia fino alla fine di agosto. “Siete i benvenuti nella nostra città” ha detto rivolta a loro la Presidente Capuzzi, ricevendo in dono una bandiera saharawi realizzata dai bambini con l’impronta delle mani e che è stata immediatamente appesa ai banchi della Sala Regia. “Noi non ci siamo mai dimenticati di voi e del vostro popolo – ha proseguito – e lo vogliamo riaffermare con forza anche attraverso questo momento istituzionale, qui nella sala che solitamente ospita il consiglio comunale”. “Sono orgoglioso di rappresentare la SdS della Zona Pisana in un progetto come questo – ha aggiunto il direttore Alessandro Campani – che, fra i tanti obiettivi, ha anche quello di riaccendere i riflettori sulla lunga lotta del popolo saharawi per l’indipendenza”.

Al loro arrivo i bambini hanno potuto effettuare esami e controlli medici presso il distretto sanitario di San Giuliano Terme. Per loro è stato preparato un programma di attività ludico-ricreative: visite al Museo di Storia Naturale di Calci e al Parco di San Rossore, giornate al mare o in piscina, partecipazione a sagre. Prevista anche una festa aperta alla cittadinanza che si terrà mercoledì 13 alla scuola materna di Ghezzano.

Il programma di accoglienza dei bambini Saharawi, gestito dalla Società della Salute della zona pisana dal 2002, ha lo scopo di offrire loro esperienze di vita di gruppo altrimenti precluse dalla dura quotidianità nelle tendopoli del deserto, di effettuare controlli sanitari, di accedere ad una variata alimentazione, di instaurare rapporti di amicizia con coetanei italiani e adulti partecipando a percorsi ludico-ricreativi comuni. Dagli inizi degli anni ’70, in seguito all’occupazione marocchina, il popolo Saharawi è stato espulso dalle proprie terre e vive in campi profughi in territorio algerino.

By