Bancarelle, momenti di tensione in Piazza dei Miracoli per lo sciopero della fame

PISAE’ iniziato il conto alla rovescia, con momenti di tensione, per il trasloco delle bancarelle che vendono souvenir in piazza dei Miracoli a Pisa.

Lo sgombero coatto con la forza pubblica potrebbe essere eseguito già lunedì prossimo di buon mattino. Intanto però gli ambulanti non arretrano dalle loro posizioni e proseguono lo sciopero della fame e il presidio davanti alle attività commerciali.

Stamani si sono vissuti alcuni momenti di tensione quando la polizia municipale ha comunicato ai commercianti che solo un rappresentante per ciascun banco avrebbe potuto accedere all’area recintata dieci giorni fa per consentire la successiva apertura del cantiere di restauro del museo delle Sinopie.

Per tutta risposta i bancarellai hanno divelto la recinzione dal lato di piazza Manin costringendo vigili urbani e guardie dell’opera Primaziale pisana a collocare alcune catene lungo la strada per tenere in sicurezza la recinzione stessa e impedire da quella parte la libera circolazione delle persone.

Infine, gli ambulanti, che hanno affisso carrelli multilingue per spiegare ai turisti le ragioni della loro protesta, hanno chiesto che venga loro concesso un bagno chimico e la visita periodica di un medico ”per monitorare le condizioni di salute delle persone che fanno lo sciopero della fame e in particolare delle donne accampate nelle tende allestite davanti alle bancarelle”.

Fonte: Ansa

20130928-134054.jpg

You may also like

By