Bancarelle, secondo il PD la Commissione consiliare sapeva che il ritorno al Duomo era una favola

PISA – “Il tanto agognato rientro dei bancarellai in Piazza dei Miracoli è andato definitivamente in fumo da ieri e la delusione dei commercianti per la promessa non mantenuta si fa prontamente sentire. Largo Cocco Griffi è la nuova soluzione dell’amministrazione leghista, anche se in via temporanea: soluzione per niente gradita a Confcommercio e Confesercenti”. Lo scrive in un comunicato la vicepresidente della Commissione Cultura del Consiglio Comunale Olivia Picchi del Partito Democratico.
Secondo i consiglieri comunali del PD si tratta dell’ennesima strumentalizzazione propagandistica, di una favola alla quale non credeva nemmeno la stessa amministrazione comunale.

Il ritorno al Duomo – afferma la consigliera Picchi – era sicuramente impossibile per via delle norme vigenti e in considerazione del fatto che parliamo di una piazza dichiarata patrimonio UNESCO. Quella di Largo Cocco Griffi era una soluzione che aveva già proposto il PD in totale sincerità nei confronti delle associazioni di categoria, il “Sindaco” Ziello invece ha voluto promettere la Luna. La dicitura “Sindaco” è voluta, dato che, nel bene o nel male, la Giunta e la maggioranza consiliare segue i suoi dettami”.

E ancora i consiglieri Trapani e Biondi: “Sapevano che la bancarelle non potevano stare in Piazza dei Miracoli, ma ci hanno risposto che volevano comunque tentare. Abbiamo chiesto un piano complessivo del commercio e ad oggi ancora non esiste. È chiaro a questo punto che abbiamo a che fare nemmeno con promesse elettorali non mantenute, ma con una propaganda volta a nascondere l’inettitudine della Giunta

By