Basket. Domenica 6 maggio Calcinaia ai play-off con la maglietta celebrativa

CALCINAIA – Canestro dopo canestro, allenamento dopo allenamento, il Basket Calcinaia continua instancabilmente a tagliare traguardi.Il prossimo, molto complesso, ma altrettanto ambito, è quello che si profila di fronte ai cestisti, ai loro coach, all’intera società sportiva e anche ai loro sostenitori. Domenica 6 Maggio sarà infatti la data di avvio dei Play Off, la stretta porta che le squadre più competitive cercano di vagliare per poter poi correre verso la serie C. Una posta in gioco altissima, che il team calcinaiolo si troverà a fronteggiare alle ore  18. Il match verrà giocato in casa, sul campo del Palazzetto dello Sport di Via Santa Ubaldesca.

Proprio per celebrare questo straordinario obiettivo già raggiunto, vale a dire l’accesso ai Play Off, e per invogliare un pubblico numeroso ad andare a sostenere la squadra sugli spalti, il Basket Calcinaia ha deciso di realizzare una maglietta ad hoc dedicata all’evento. Domenica 6 Maggio, il gadget sarà messo a disposizione di chi assisterà alla competizione: sarà distribuito ai bambini e ai ragazzi gratuitamente, mentre agli adulti a fronte di una piccola offerta.

Ecco di seguito le parole del Presidente della società calcinaiola, Mario Spoto, che ripercorrono l’impervio, ma straordinario ed emozionante cammino dei suoi ragazzi.

“Se dovessimo utilizzare una sola parola per descrivere la stagione del Basket Calcinaia – afferma – quella parola sarebbe “oltre”. Oltre ogni aspettativa, oltre i limiti individuali, oltre gli infortuni, oltre ogni pronostico, oltre i budget delle squadre di alta classifica. Andare oltre è divenuto l’unico obiettivo di un ambiente che per un anno ha fatto del lavoro l’unica reale ambizione”.

Il racconto della stagione – prosegue Spoto – inizia nell’estate 2017, dopo un campionato importante e una salvezza ottenuta senza troppa fatica. La gioia più grande, la riconferma dello zoccolo duro del gruppo, quei ragazzi che dalla promozione in serie D si sono tatuati la canotta di Calcinaia sulla pelle, raggiunti nelle stagioni successive da alcuni giocatori dalle spiccate qualità umane. Ancora coach Giuntoli e Regoli a guidare la nave, con un terzo membro nello staff, Andrea Pantani, perché lo staff nella nuova stagione ha voglia di andare, appunto, oltre: sedute video, playbook, analisi dei match e non solo “semplici” allenamenti perché tutti devono dare di più. In riva all’Arno arrivano Fabio Caprioli, Gianluca Straffi, Federico Turchi, Luciano Mari e Jacopo Toni. Le premesse sono buone, in otto vanno ai playoff”.

La preparazione fisica è ottima – aggiunge Francesco Carlotti, calcinaiolo doc, fa un lavoro certosino e già in Coppa Toscana si intuiscono le qualità del gruppo, ma l’inizio di campionato è difficile: a Grosseto l’influenza miete troppe vittime e la prima giornata ci vede perdere 2 punti. Poi 3 vittorie e la sconfitta con la corazzata Valdicornia. Ancora 3 vittorie e una sconfitta interna con Valdera, ma ci siamo, in piena zona play off. L’impresa si può fare, l’ottavo posto è alla nostra portata, diamo un giro di vite. Passano le settimane, non perdiamo più. Alchimia, nelle teste si è insinuato un pensiero vincente, ce ne rendiamo conto, abbiamo fatto un salto di qualità, gli avversari ci rispettano, la nostra identità è riconoscibile e il lavoro della settimana dà i frutti sperati nel weekend. Il risultato è pazzesco: 12 vittorie consecutive, primo posto, solo Chiesina ci ferma”.

A marzo arriva il momento più difficile – ammette il Presidente – infortuni, viaggi di lavoro, tutte le problematiche quotidiane che i giocatori non professionisti devono gestire con sacrificio per far funzionare le cose. Diventa fondamentale gestire al meglio il gruppo ed è questo il momento in cui i ragazzi più giovani, in gergo gli Under, hanno dato il loro grande contributo, con minutaggi più cospicui in campo, ma soprattutto con la qualità in allenamento in cui adesso si può lavorare davvero bene. I ragazzi del nostro vivaio, Grazian, Castorina, Nufrio ecc. portano entusiasmo, si integrano bene nel gruppo e l’ambizione cresce. A 2 giornate dalla fine arriva il verdetto matematico: siamo secondi! Il risultato ci riempie tutti d orgoglio, è il più alto in 36 anni di storia della società calcinaiola”.

Domenica 6 maggio – conclude – iniziano i playoff. Si ricomincia da dove avevamo iniziato la stagione, sarà destino, proprio con Gea Grosseto. Poi eventuale seconda e terza serie. Sognare la serie C non è vietato, perché l’obiettivo è chiaramente oltre le nostre possibilità. E questo, in via Santa Ubaldesca, è considerato un buon segno”.

By